accedi | registrati | 6-8-2020

La società esprime soddisfazione per il risultato raggiunto, ma rimane irrisolto il nodo dell'impiantistica sportiva

Basket in Carrozzina, è ufficiale: Reggio Calabria è in serie A

di Redazione Web 21/07/2020

È ufficiale: è serie A. Dopo anni di intenso lavoro, impegno ed eccellenti risultati sportivi, la Farmacia Pellicanò Reggio Calabria BiC nella prossima stagione sportiva gareggerà nella massima serie, calcando i parquet di gara con le altre grandi della FIPIC quali Bergamo, Cantù, Giulianova, Macerata, Padova, Porto Torres e Sassari. Il team dopo una approfondita analisi dei pro e dei contro ha preso una decisione così importante, nonostante le innumerevoli difficoltà logistiche e soprattutto economiche.

Le incertezze e le difficoltà non hanno intimorito il team che da anni procede come un ariete per trasmettere attraverso lo sport del basket in carrozzina i valori dello sport e solidaristici. «Non potevamo permettere che le difficoltà del territorio fossero d’ostacolo alla concretizzazione di un sogno meritato da anni – ha espresso il presidente D’Anna – Abbiamo ricevuto in questi giorni un forte sostegno morale dai nostri tifosi, rassicurandoci che qualsiasi decisione presa l’avrebbero rispettata continuando a seguirci in campo e fuori dal campo. Siamo stati contattati da donatori e da partner interessati». Procedono quindi i preparativi per quello che si prospetta un campionato ostico da tanti punti di vista (regole post covid incluse).

Lo staff è impegnato nelle ricerche di nuovi partner che vogliano abbracciare la mission della società, andando al di là della semplice promozione sul campo della propria azienda. D’altronde le condizioni di visibilità con questa società sono molte e variegate. Per il coach Cugliandro «Adesso bisogna completare il roster, affinché sia all’altezza dei grandi campioni che andremo ad affrontare nei prossimi mesi. Alcuni importanti accordi con atleti di spessore e giovani talenti erano stati presi da tempo, altri erano rimasti in stand by in attesa delle definitive scelte societarie. Il 21 novembre (data di presumibile inizio del campionato) è più vicina di quanto sembri».

Per il delegato Fipic Calabria Amelia Eva Cugliandro «La partecipazione al campionato di serie A è un palcoscenico importante, le cui luci potranno agevolare la costituzione della tanto agognata squadra giovanile di basket in carrozzina Calabrese. Noi come sempre siamo pronti a metterci in gioco, l’abbiamo fatto nel 2016 con la creazione di questa società, ci abbiamo creduto nonostante le grandi difficoltà spinti dalle emozioni che questi meravigliosi atleti, campioni nello sport e nella vita, quotidianamente trasmettono. In pochi anni abbiamo fatto tanto “spinta dopo spinta”, rialzandoci dopo ogni caduta e non potevamo di certo arrestare adesso la nostra corsa”. Tante sono ancora le questioni da affrontare e che dovranno essere risolte nel brevissimo tempo, in primis quale sarà la casa della Reggio Bic.

Una squadra che ancor oggi non ha una fissa dimora, divenendo una “mina vagante” tra i palazzetti di questa città dati in gestione a Federazioni o società del luogo. Bisogna individuare un palazzetto che possa accogliere dignitosamente i team, con i loro staff e mole di tifosi, che da anni gareggiano in serie A, ma soprattutto permettere agli atleti della società reggina di allenarsi serenamente ed in orari consoni, con un magazzino ove riporre le proprie voluminose e costose attrezzature.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2020 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative