accedi | registrati | 30-9-2020

Un’edizione molto particolare indetta dal Miur e realizzata insieme alla Società Astronomica Italiana e all’Istituto Nazionale di Astrofisica

Plauso del sindaco ai vincitori delle Olimpiadi di astronomia

di Redazione Web 23/07/2020

«La meglio gioventù si forma nelle nostre scuole. È con orgoglio, infatti, che faccio i miei complimenti ed i miei auguri a Luigi Caccamo, Davide Rosato, Ilenia Trunfio, Vincenzo Barilla, Chiara Luppino, Vittoria Altomonte, Marco Carbone e Domenico Maisano, i reggini vincitori delle “Olimpiadi italiane di astronomia” premiati con la medaglia “Margherita Hack”. Un plauso non può che andare anche ai dirigenti scolastici ed ai docenti che, col loro infaticabile lavoro, confermano la qualità e l’alto livello delle nostre strutture educative».

È il commento del sindaco Giuseppe Falcomatà al termine di un’edizione molto particolare della competizione indetta dal Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca e realizzata insieme alla Società Astronomica Italiana e all’Istituto Nazionale di Astrofisica. Quest’anno, nonostante le restrizioni dovute all’emergenza Covid-19, la manifestazione ha visto la partecipazione di 9.728 studenti provenienti da 254 istituti in rappresentanza d tutte le regioni del Paese. In finale ne sono arrivati 80 e soltanto 15 sono stati i vincitori. Otto di loro vivono e studiano nella Città Metropolitana di Reggio Calabria.

«Luigi, Davide, Ilenia, Vincenzo, Chiara, Vittoria, Marco e Domenico. Segnatevi questi nomi perché - ha detto il sindaco Falcomatà - la sfida più grande, adesso, spetta a noi adulti e classe dirigente che avremo il dovere di mettere, ognuno di loro, nelle condizioni migliori per potersi affermare nella propria terra capace, indiscutibilmente, di plasmare menti sopraffine troppo spesso destinate a trovar fortuna e riconoscimenti in altri luoghi».
Questi i premiati e le rispettive categorie: Junior 1 (studenti del terzo anno delle scuole medie): Luigi Caccamo (istituto comprensivo “Sofia-Contestabile” di Taurianova, RC), Davide Rosato (istituto comprensivo “Carducci-da Feltre”, Reggio Calabria), Ilenia Trunfio (istituto comprensivo “San Sperato-Cardeto”, Reggio Calabria). Categoria Junior 2 (classe 2005-2006): Vincenzo Barilla (liceo scientifico “Leonardo da Vinci”, Reggio Calabria) e Chiara Luppino (liceo scientifico “Leonardo da Vinci”, Reggio Calabria). Categoria Senior (classe 2003-2004): Vittoria Altomonte (liceo scientifico “Euclide”, Bova Marina), Marco Carbone (liceo scientifico “Leonardo da Vinci”, Reggio Calabria), Domenico Maisano (liceo scientifico “Fermi”, Bagnara Calabra).

«Tre di loro - ha continuato Giuseppe Falcomatà - andranno a comporre la cinquina che affronterà, in rappresentanza dell’intera nazione, l’avvincente gara delle Olimpiadi internazionali di astronomia (L’International Astronomy Olympiad of the Euro-Asian Astronomical Society) portando la Città Metropolitana di Reggio Calabria sul tetto del mondo. È una circostanza davvero unica che deve spingere ogni reggino a sostenere quella che potremmo ribattezzare, a ragion veduta, come una “Generazione di fenomeni”».

«È grande, quindi – ha concluso il sindaco - l’entusiasmo che accompagnerà Chiara Luppino per la categoria Alpha e Marco Carbone e Domenico Maisano per la categoria Beta, nella meravigliosa avventura in programma per il prossimo anno a Matera. Dunque, una nuova partita si affaccia all’orizzonte. Rinnovo, quindi, il mio più grande “in bocca al lupo” a ragazzi e ragazze che riempiono la Città Metropolitana d’entusiasmo ed orgoglio».

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2020 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative