accedi | registrati | 27-10-2020

Un principio di incendio sull'imbarcazione ha scatenato il panico ma la motovedetta impegnata nell'operazione Mare Sicuro è intervenuta subito

La Guardia Costiera salva diportisti in difficoltà a Scilla

di Redazione Web 27/07/2020

Nel pomeriggio di ieri, un principio di incendio a bordo di un’imbarcazione da diporto ha attirato l’attenzione dell’equipaggio della motovedetta della Guardia Costiera CP 735, impegnata nell’operazione “Mare Sicuro” a tutela della sicurezza della navigazione e balneazione, nella zona di mare antistante il litorale di Scilla. L’unità navale della Guardia Costiera si è diretta prontamente in prossimità dell’imbarcazione in difficoltà, lunga circa 12 metri, per prestare immediata assistenza alle 7 persone a bordo, di cui 2 bambini, che in preda al panico cercavano vanamente di estinguere l’incendio con i propri mezzi.

Grazie alla prontezza dei militari e ai dispositivi in dotazione alla motovedetta CP 735, si è riusciti a domare l’incendio e a trarre in salvo gli occupanti dell’imbarcazione, spaventati per l’accaduto e consapevoli delle conseguenze più tragiche a cui sarebbero potuti andare incontro. La motovedetta della Guardia Costiera con i diportisti a bordo e l’imbarcazione a rimorchio, si è diretta quindi alla volta del porto di Villa San Giovanni, dove ha assicurato agli stessi condizioni di sicurezza.

La tempestività e l'efficacia dell'intervento da parte degli uomini della Guardia Costiera ha scongiurato più seri danni all'imbarcazione ma soprattutto ha garantito l'incolumità delle 7 persone incorse nello spiacevole, quanto rischioso, evento senza conseguenze ulteriori più gravi sia per loro che per l’ambiente marino. Occorre evidenziare che il positivo esito della vicenda è dovuto anche al costante dispositivo di assistenza, soccorso e polizia marittima che nel corso della stagione estiva è attivato dalla Guardia Costiera nell’ambito dell'operazione "Mare Sicuro", a favore di una corretta e sicura fruibilità del mare da parte di bagnanti e diportisti mediante la presenza in mare di mezzi navali e di autopattuglie pronte ad intervenire da terra.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2020 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative