accedi | registrati | 27-9-2020

Un gruppo senza prenotazione nonostante gli avvisi del personale ha forzato l'ingresso a Palazzo Piacentini

Sanificato il MArRC dopo l'irruzione di turisti senza biglietto

di Redazione Web 13/08/2020

Il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria ha aperto come annunciato ieri in ritardo questa matttina per consentire la sanificazione straordinaria.

La decisione assunta dal Direttore Carmelo Malacrino, sentito il responsabile alla sicurezza del Museo, segue l’episodio di accaduto l’altro ieri, quando un gruppo di quattro persone, sprovviste di regolare prenotazione, ha forzato l’ingresso in Piazza Paolo Orsi, contravvenendo alle indicazioni del personale e sfuggendo al controllo del thermoscanner. Fatti aggravati dal tentativo di impedire l’accesso ai visitatori in coda muniti di regolare prenotazione.

Dopo essere entrato senza pagare il biglietto e con toni minacciosi verso il personale di vigilanza, il gruppo si sarebbe soffermato ad ammirare i Bronzi di Riace e quanto esposto nell’atrio del Museo.

Allertati immediatamente dal personale in servizio al Museo, sono intervenuti gli uomini della Polizia di Stato, che hanno provveduto all’identificazione.
«Ci rammarichiamo – scrive il direttore Malacrino – dell'impossibilità, sopravvenuta in più occasioni, di non potere accogliere tutti coloro che giungono a Reggio per ammirare i nostri reperti; ma aggiungo anche che, quando se ne è creata l’opportunità, per disdetta di prenotazione o per assenza degli interessati, abbiamo cercato di soddisfare le richieste estemporanee, sempre nel rispetto delle regole imposte dall’emergenza sanitaria, ritenendo la salute pubblica un bene da tutelare. Siamo consapevoli delle criticità presenti, che cerchiamo, ogni giorno, di risolvere con spirito costruttivo nell’interesse della collettività. Il Museo è e deve rimanere baluardo della cultura e della conoscenza, per cui episodi come quello di ieri devono essere messi al bando. Ringrazio il questore Maurizio Vallone e gli uomini delle Forze dell’Ordine per la significativa e costante attenzione verso il MArRC. Confido nel lavoro dell’Autorità Giudiziaria per l’accertamento dei fatti, per il quale ho già dato la disponibilità a fornire le riprese acquisite dal sistema di videosorveglianza».

Nota positiva, l’apertura per una tre giorni no-stop del Museo da sabato 15 agosto al 17, con l'apertura straordinaria anche del lunedì, per consentire ai turisti e ai reggini in vacanza di godere delle bellezze della Calabria antica.

In questi giorni il Museo ha ricevuto una percentuale altissima di richieste, segnale evidente di un museo che continua ad essere uno degli attrattori culturali più importanti della regione, nonostante l'emergenza del Coronavirus costringa a contingentare le presenze.
Le prenotazioni sono effettuabili chiamando i numeri 3207176148 e 3207620091, come previsto dalle disposizioni sanitarie dettate dal Covid-19. Il Museo sarà aperto dalle ore 9.00 alle ore 19.30.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2020 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative