accedi | registrati | 26-9-2020

L'ira del presidente Fip Calabria, Paolo Surace: «Lasciate a casa società sportive come Lamezia, Rende e Vis»

Basket, Calabria respinta dal campionato di C Gold

di Redazione Web 21/08/2020

«Il numero uno della Fip Calabria ha espresso con fermezza le sue opinioni contro la decisione del Comitato Fip Campania di escludere, senza specificare la motivazione, tre squadre calabresi al prossimo campionato di C GoldTra le dodici formazioni ammesse,infatti, nella nota specifica si registra l’ammissione della Planet Catanzaro, formazione già avente diritto ma il rigetto alla richiesta di ammissione delle rappresentanti di Reggio Calabria, Lamezia Terme e Rende». Ecco l’ analisi del Presidente Fip Calabria, Paolo Surace.
«Quanto deciso ieri dal Direttivo Campano ci amareggia e ci lascia esterrefatti – ha dichiarato Surace. Come può il movimento della pallacanestro oggi, in un momento di ripartenza auspicata e conseguente al blocco traumatico legato all’emergenza sanitaria, permettersi di lasciare a casa società sportive come Lamezia, Rende e Vis che legittimamente chiedono di fare attività investendo sui giovani e sul territorio. Insieme al presidente del Molise, altra regione che ha avuto una società esclusa come Termoli, abbiamo fatto oggi formale richiesta alla Fip Centrale di riammissione delle squadre che il Direttivo Campano ha tenuto fuori, inserendo tra l’altro, società della loro regione, che lo scorso anno non avevano partecipato ad alcun campionato senior. Su questo, in nome dello sport e della crescita del nostro territorio andremo fino in fondo, senza lasciare nulla di intentato. Come persone del Sud sentirsi dire NO da realtà territoriali che alle nostre latitudini dovrebbero capire e sapere quanto lo sport sia importante per affrancarci da tutte le angherie ed i problemi che ci attanagliano é sinceramente devastante. Invece un laconico ed assordante NON VI VOGLIAMO – afferma con forza Surace, che non si dovrebbe MAI sentire nel mondo dello sport, è riecheggiato in una triste serata estiva.
Lo scorso anno Catanzaro, Isernia e Venafro erano state accolte dalla Campania perché forse così avrebbero raggiunto il numero minimo per fare il girone. Quest’anno NON CI VOGLIONO. Ma noi non ci arrenderemo per noi stessi ma anche per gli amici Campani a cui diciamo serenamente che a parti invertite, in nome dello sport e della solidarietà, che in questo mondo dovrebbe essere un valore scontato, non li avremmo MAI (detto questa volta con orgoglio) rifiutati».

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2020 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative