accedi | registrati | 28-9-2020

Ieri l’ordinazione presbiterale di un giovane e qualche settimana fa la professione monastica eremitica di un presbitero

La diocesi di San Marco Argentano - Scalea in festa

di Redazione Web 16/09/2020

Ieri sera, martedì 15 settembre memoria della Beata Vergine Maria Addolorata, nella chiesa cattedrale di San Marco Argentano, il vescovo mons. Leonardo Bonanno ha conferito l’ordinazione presbiterale al ventisettenne Francesco Maria Castelluzzo, originario di Marcellina, frazione di Santa Maria del Cedro. Francesco, ha maturato la sua vocazione vivendo sempre vicino all’ambiente parrocchiale. L’ordinando, dopo il diploma, e dopo l’anno di propedeutico nel Seminario diocesano, ha frequentato il corso filosofico e teologico nel Pontificio Seminario San Pio X di Catanzaro, e ha svolto il servizio diaconale nella parrocchia San Giuseppe Lavoratore in Scalea, che continuerà a servire come Vicario Parrocchiale.

Il novello sacerdote, presiederà la prima messa solenne nella sua comunità parrocchiale Sacro Cuore di Gesù in Marcellina sabato 19 settembre, alle ore 18.00. Il 22 agosto scorso, presso la Parrocchia SS. Trinità in Avena di Papasidero, lo stesso Vescovo mons. Bonanno aveva accolto la professione monastica di eremita del presbitero diocesano don Generoso Di Luca, 48 anni, originario del luogo, già rettore del Seminario diocesano.
Il Vescovo ha definito la professione monastica un «avvenimento storico per la Chiesa particolare di San Marco-Scalea» eccezionale, e si è augurato che ve ne possono essere anche altri in futuro.

don Giovanni Celia 

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2020 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative