accedi | registrati | 1-12-2020

Venti puntate, venti donne diverse con un comune denominatore: combattono ogni giorno contro i pregiudizi, gli ostacoli, i luoghi comuni, la violenza e il tempo

Donne che sfidano il mondo, c'è anche una reggina su TV2000

di Redazione Web 29/09/2020

Venti puntate, venti donne diverse con un comune denominatore: combattono ogni giorno contro i pregiudizi, gli ostacoli, i luoghi comuni, la violenza e il tempo. In qualche caso contro loro stesse. Donne che sfidano il mondo è la docuserie in onda su Tv2000 partita il 7 settembre alle ore 20.50 (lunedì, martedì, giovedì, venerdì). Protagonista della prima puntata la scrittrice Michela Murgia.

Nelle puntate successive ci sono state: la stuntwoman Romina Bobba; la chef Cristina Bowerman; la giornalista Floriana Bulfon; la direttrice d’ orchestra Nicoletta Conti; l’ operatrice anti tratta Francesca De Masi; la restauratrice di auto d’ epoca Giovanna Parascandolo; la campionessa di kick boxing Gloria Peritore; l’ ecostilista Eleonora Riccio; l’architetta Guendalina Salimei; la campionessa di braccio di ferro Chiara Acciaio; la presidente AFEVA Giuliana Busto; la cercatrice di piante rare Isabella Dalla Ragione; l’ insegnante ai bambini oncologici Daniela Di Fiore; la liutaia Ezia Di Labio; la docente di italiano e storia nel carcere minorile di Nisida Maria Franco; la ex direttrice dei Musei Capitolini e direttrice del Museo Barracco di Roma Marina Mattei; la chirurga vascolare Carmen Pediliggieri; l’ ispettore capo commissario di Scampia Veronica Quaranta; la presidente Casamica onlus Lucia Vedani.

In ogni puntata si racconta la storia di una di loro. Un ritratto che si compone attraverso la testimonianza della protagonista, le sue fotografie, i ricordi e i commenti di amici e parenti, materiali di repertorio, i live della sua vita attuale.

La docuserie è scritta da Riccardo Brun, Paolo Rossetti e Francesco Siciliano e prodotta da Panama film.

“Questo programma - sottolineano gli autori - parla di donne animate da un fuoco sacro che spesso le ha portate a discostarsi dalla strada che la società o la famiglia avevano tracciato per loro, e a intraprendere una via nuova, non battuta, più difficile, ma che hanno sentito profondamente propria. Queste donne con la loro stessa esistenza cambiano ogni giorno un pezzettino della società in cui vivono. Sono donne comuni e speciali, che sfidano il mondo a diventare migliore di quello che è”.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2020 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative