accedi | registrati | 28-11-2020

Anche quest'anno ACS organizza e sostiene l'iniziativa "Un milione di bambini prega il Rosario", rivolta a parrocchie, asili nido, scuole e famiglie

Una campagna di preghiera per tutti i bambini del mondo

di Redazione Web 06/10/2020

La fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre (ACS) anche quest'anno invita parrocchie, asili nido, scuole e famiglie ad unirsi all’iniziativa “Un milione di bambini prega il Rosario”, prevista per il prossimo 18 ottobre 2020. Poiché ricorre di domenica, scuole e asili potranno partecipare il lunedì successivo, 19 ottobre.
Obiettivi della campagna di preghiera sono l’unità e la pace nel mondo, ai quali si aggiunge anche l’implorazione per la liberazione dalla crisi sanitaria ed economica causata dalla pandemia. «Una crisi nella quale il mondo intero è stato, e continua ad essere, esposto ad un virus invisibile che ha portato alla morte centinaia di migliaia di persone, e a devastanti, e al momento imprevedibili, conseguenze socio-economiche. Il nostro mondo non è più lo stesso mondo, e ciò che finora è stato dato per scontato non lo è più», commenta il Cardinale Mauro Piacenza, Presidente di ACS Internazionale. In una lettera destinata ai protagonisti dell’iniziativa, cioè ai bambini, il porporato scrive loro che in situazioni difficili quale quella attuale è molto importante lavorare insieme e aiutarsi a vicenda. «Ma non dobbiamo dimenticare che l’aiuto maggiore viene da Dio», sottolinea.
«I nostri materiali per la campagna di preghiera sono disponibili in 23 lingue compresi, per fare qualche esempio, l’arabo e diversi idiomi africani», spiega Padre Martin M. Barta, Assistente Ecclesiastico di ACS Internazionale. Secondo il sacerdote si prevede una partecipazione estesa ad 80 nazioni di tutti i continenti, dal Ghana alla Siria alla Papua Nuova Guinea. «Che questa iniziativa congiunta di preghiera del Rosario possa colmarci di rinnovato coraggio e fiducia nella protezione amorevole di Dio, che Egli ci vuole donare attraverso la Sua Santa Madre», auspica Padre Barta.
La campagna è stata avviata nel 2005 nella capitale venezuelana, Caracas. Mentre un certo numero di bambini pregava il rosario di fronte ad un’edicola votiva diverse persone presenti ricordarono le parole di San Pio da Pietrelcina: «Quando un milione di bambini pregherà il Rosario il mondo cambierà». La campagna si è rapidamente diffusa in ogni parte del mondo. ACS l’ha sostenuta sin dal 2008 e si è fatta carico dell’organizzazione dell’intero evento a livello mondiale due anni fa, fornendo altresì un sussidio di preghiera destinato a parrocchie, gruppi di bambini, famiglie e contenente istruzioni per la recita della preghiera mariana, riflessioni sui diversi misteri adatte ai bambini e una preghiera di consacrazione alla Madre di Dio.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2020 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative