accedi | registrati | 1-12-2020

Da Salvini a Renzi fino a giungere al sindaco di Reggio, Giuseppe Falcomatà

Morte Santelli, le reazioni della politica: «Grande combattente»

di Redazione Web 15/10/2020

È morta nella notte la governatrice della Calabria Jole Santelli. Avrebbe compiuto 52 anni a dicembre e da tempo lottava contro un cancro. Le sue condizioni si sarebbe aggravate nelle ultime ore.

«L’improvvisa, dolorosa notizia della morte prematura di Jole Santelli riempie di tristezza. Desidero esprimere il cordoglio più profondo e i sensi della mia vicinanza ai familiari, agli amici, a quanti con lei hanno condiviso l’impegno politico e istituzionale, e a tutta la comunità calabrese, che pochi mesi fa l’aveva scelta come Presidente della Regione», sono le parole del Capo dello Stato, Sergio Matterella, che prosegue: «Jole Santelli, prima donna a ricoprire il ruolo di Presidente della Regione Calabria, si è distinta per la tenacia del suo temperamento e per la combattività che sapeva esprimere nell’azione politica e di governo. Ha affrontato con coraggio la malattia, con la quale era costretta a convivere. Non si è arresa, ha voluto fortemente portare il proprio contributo alla vita sociale e anche per questo ha meritato stima e apprezzamento. È stata deputato, sottosegretario alla Giustizia e al Lavoro. Da sempre impegnata sui temi dello sviluppo della sua Regione e del Mezzogiorno. È stata una figura rappresentativa del partito di cui era dirigente, e al tempo stesso consapevole che le istituzioni sono la casa comune, il luogo del confronto e del dialogo: con questo spirito ha lavorato intensamente con i colleghi Presidenti di Regione e con il Governo nazionale in questi mesi così impegnativi di contrasto alla pandemia».

Il cordoglio arriva dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte: «Una perdita dolorosa! La scomparsa di Jole Santelli è una ferita profonda per la Calabria e per le Istituzioni tutte. Il mio pensiero commosso e le più sentite condoglianze ai suoi familiari».

Il capo Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, esprime «profondo cordoglio» per la scomparsa della Presidente della Regione Calabria Jole Santelli. «Seppur per pochi mesi alla guida della regione, la presidente Santelli si è sempre dimostrata attenta e disponibile alle tematiche di Protezione Civile, senza mai dimenticare il volontariato regionale. A nome di tutto il Servizio nazionale di protezione civile esprimo le più sentite condoglianze ai suoi familiari e a quanti hanno lavorato con lei in questi mesi».

A queste parole, si aggiungono anche quelle di Silvio Berlusoni: «Con profonda costernazione apprendo la tragica notizia della prematura scomparsa di Jole Santelli. Nessuna parola è adeguata ad esprimere il mio dolore e quello di tutti noi di Forza Italia. Jole lascia davvero un vuoto incolmabile nelle nostre anime. Era un’amica sincera, intelligente, leale, era una donna appassionata, una combattente tenace. Mi è stata vicina anche nei momenti più difficili. Non aveva paura di nulla, neppure della malattia e della sofferenza. Come pochi altri aveva saputo mettere nell’impegno politico generosità, intelligenza, cultura, aveva affrontato senza esitare sfide difficili in Parlamento, al Governo, in Forza Italia, fino all’ultima bella battaglia che l’aveva portata alla Presidenza della sua Regione. Jole rappresentava la speranza del riscatto di una terra che amava appassionatamente, l’idea di un Mezzogiorno che ha in sé stesso la dignità e la forza di essere protagonista del futuro, di guardare all’Europa e al mondo.
Ai suoi cari, a tutti coloro che l’hanno conosciuta, stimata, amata voglio esprimere il mio cordoglio più sentito e più profondo. Il loro dolore è anche il mio».

«Andarsene a soli 51 anni, dopo aver lavorato per la tua gente, con il sorriso, fino a poche ore fa. La Calabria e l’Italia ti abbracciano Jole, una preghiera per te e un pensiero alla tua famiglia, ai tuoi amici e a tutta la tua comunità». Così il leader della Lega Matteo Salvini sulla morte della governatrice della Calabria Jole Santelli.

Il cordoglio è bipartisan. Nei ranghi del centrodestra, Maurizio Gasparri: «Un dolore immenso, una sorella per me, l’ultimo comizio insieme il 17 settembre a Bitonto. Un abbraccio con un affetto vero e antico. Jole Santelli ci lascia con un dolore straziante»; dello stesso tenore il messaggio di Giorgia Meloni: «Siamo sconvolti dalla notizia della scomparsa del presidente della Regione Calabria, Jole Santelli. Ci lascia un'amica, una donna coraggiosa, un politico fiero e orgoglioso delle sue idee, che ha combattuto per la sua terra. Condoglianze alla famiglia da parte mia e di tutta FDI». Così come l'ex ministro alla Sanità, Beatrice Lorenzin: «Non riesco ancora ad immaginare la morte di Jole Santelli, combattente che ha lottato contro la malattia e le avversità più dolorose, mi sembrava invincibile. Una donna coraggiosa e piena di vita che ha vissuto sempre in prima linea, sempre in trincea».

Dal centrosinistra. «Un pensiero commosso in memoria della Presidente Jole Santelli, una donna che ha dimostrato di essere una grande combattente. Le mie condoglianze più sentite alla famiglia, agli amici ed ai suoi colleghi di Forza Italia», ha twittato l'ex premier Matteo Renzi. «Non dimenticheremo la passione di Jole Santelli. Una donna che, - ha scritto Maria Elena Boschi - anche da avversaria politica, ha avuto il coraggio di combattere senza cercare nemici, con generosità. Ai colleghi e alla famiglia le condoglianze per un vuoto che sarà difficile da colmare». Così come i ministri Giuseppe Provenzano (delega al Sud), «sono stati mesi di leale collaborazione istituzionale, pur nella diversità di idee politiche. Una donna forte e generosa», e Teresa Bellanova (delega all'Agricoltura) «ci siamo conosciute anni fa in Commissione Lavoro e pur nelle diversità politiche abbiamo collaborato in modo sempre costruttivo». Proprio la Camera dei Deputati ha tributato un minuto di silenzio in sua memoria.

Sconcerto è stato espresso anche da altri colleghi governatori. Come Michele Emiliano (Puglia), «sono sconvolto da questa notizia che ci coglie impreparati. Abbiamo lavorato fianco a fianco in tutti questi mesi. Abbiamo collaborato sempre. E siamo diventati amici. Adesso questo dolore grandissimo», e Stefano Bonacini (Emilia-Romagna), «È una notizia che mi lascia sgomento. Eravamo stati eletti assieme lo scorso gennaio. L'Emilia-Romagna si stringe attorno alla comunità calabrese».

Anche il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, si unisce al cordoglio: «È un giorno triste per la nostra Regione, la scomparsa della Presidente Santelli mi addolora profondamente. Ci siamo scontrati spesso in questi mesi, nel pieno rispetto dei ruoli, ma questo è il momento di stringerci intorno alla famiglia e rispettarne il dolore. Reggio Calabria osserverà il lutto cittadino per la giornata delle esequie. Buon viaggio Presidente, ti sia lieve la terra».

«È un momento di profonda commozione e di grande dolore per tutta la Calabria. Siamo tutti sconvolti e provati sul piano umano». Lo afferma il consigliere regionale calabrese Nicola Irto (Pd) apprendendo della scomparsa della governatrice calabrese. Irto aggiunge: «La presidente Jole Santelli non stava bene ma ha lottato fino all’ultimo, con grandissima dignità e coraggio, contro un destino avverso che ha affrontato a viso aperto. Il suo modo di affrontare la malattia, reagendo e combattendo, è stato un grande esempio. Adesso non ci sono parole. Solo rispetto, silenzio e dolore. Addio Jole, la terra ti sia lieve».

«Un destino crudele ha fermato per sempre il coraggio, la passione e il sorriso di Jole Santelli, la prima donna nella storia chiamata a governare la Calabria. Voleva essere – questo il ricordo del presidente del Consiglio regionale della Calabria, Domenico Tallini - il sole di questa terra che amava smisuratamente, al punto da sfidare anche le avversità più dure. Jole non sarà una meteora, il suo nome, resterà scolpito nella storia recente della nostra regione come esempio di donna coraggiosa e lungimirante che sognava una Calabria dai mille colori. Ciao Jole».

«È una notizia che mi addolora, che addolora l’intera comunità Calabrese. La scomparsa della Presidente JoleSantelli. Ma ancor di più la scomparsa di un’amica», sono le parole di cordoglio dell'ex presidente della Provincia di Reggio Calabria, Giuseppe Raffa, che aggiunge: «Donna tenace, coraggiosa e leale. Nonostante la malattia aveva trovato il coraggio di mettersi ancora una volta in gioco, per il bene comune della sua terra: la Calabria. In questi mesi di amministrazione, ha fatto scelte coraggiose nel rispetto del bene comune. Non sempre siamo stati in sintonia su determinate scelte politiche. Ma siamo riusciti, grazie anche alle sue straordinarie capacità umane, ancorché politiche, a fare sintesi sempre a vantaggio della comunità e ad affrontare l’ultima campagna elettorale insieme, con determinazione e passione. Alla sua famiglia va il mio cordoglio e la mia vicinanza. Ciao Jole, ci mancherai!».

Questo il messaggio di cordoglio rivolto alla famiglia di Iole Santelli da parte dei dirigenti e di tutto il personale del Consiglio regionale della Calabria: «Persone come la nostra Presidente non si scordano mai. Possiamo perdere la presenza, la voce, ma non l’esempio che ci ha lasciato e ciò che abbiamo appreso. Esprimiamo le più sentite condoglianze a tutti i familiari della nostra presidente Iole Santelli».

ARTICOLO IN AGGIORNAMENTO.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2020 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative