accedi | registrati | 13-4-2021

Scuola e Covid: la Comunità ecclesiale si è posta il problema di come poter raggiungere nel loro bisogno tanti ragazzi della diocesi di Reggio-Bova

Dono connessione internet agli studenti, un segno di speranza

di Redazione Web 13/01/2021

Mentre l’inattesa posticipazione dell’apertura delle scuole dopo le vacanze di Natale rinnova discussioni e polemiche, riportando alla luce il problema difficilmente risolvibile che riguarda il raggiungimento del cuore dei ragazzi, il loro interesse e il dialogo fruttuoso con la loro libertà che accetta di farsi catturare all’interesse di percorse e contenuti, la Comunità ecclesiale si è posta il problema di come poter raggiungere nel loro bisogno tanti ragazzi della nostra diocesi che dalla Didattica a Distanza sarebbero rimasti esclusi per difficoltà economiche familiari. L’idea è nata dal dialogo franco tra un’insegnante coinvolta nella dirigenza di una scuola, il direttore dell’Ufficio diocesano Scuola e il direttore della Caritas. Il desiderio di garantire un aiuto alle famiglie ha messo in atto una rete di solidarietà cui hanno partecipato insegnanti laici e sacerdoti e che ha raggiunto 8 istituti, il centro di ascolto Caritas Mons. Calabrò e le famiglie bisognose di alcune parrocchie, a cui, oltre alla connessione internet, sono stati offerti anche alcuni tablet. Questa piccolo gesto di amore presente ha dimostrato come il dialogo attento ai bisogni diventa prima risposta concreta alla pandemia e all’emergenza educativa, per investire nella cultura e nella formazione umana e coltivare il «seme di speranza» di cui parla il papa nella “Fratelli tutti”.

Graziella Condello e don Pietro Sergi

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2021 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative