accedi | registrati | 2-3-2021

«Spazi come la Fattoria Sociale Aratea consentono soprattutto ai più piccoli di non interrompere il legame con le cose più vere ed autentiche»

La Garante Arcidiaco in visita alla Fattoria sociale Aratea

di Redazione Web 25/01/2021

Si è svolto nei giorni scorsi l’incontro tra il Garante dei Diritti dell'infanzia e dell'adolescenza del Comune di Reggio Calabria dott.ssa Valentina Arcidiaco ed un’altra significativa realtà reggina: la Fattoria Sociale Aratea.

Un’oasi di pace e tranquillità nel cuore della Città di Reggio Calabria dove adulti e specialmente bambini, non importa se abili o diversamente abili, possono sperimentare all’interno di un luogo sicuro e protetto il contatto con gli animali e la natura.

“Anche in questo periodo di pandemia così avaro di contatti e rapporti significativi diretti” - dichiara il Garante – “spazi come la Fattoria Sociale Aratea consentono soprattutto ai più piccoli di non interrompere invece il legame con le cose più vere ed autentiche. Che sia anche annusare un fiore, coltivare un orto o accarezzare uno dei dolcissimi animali che vivono alla Fattoria”.

Da anni la realtà creata con grande cura e amore dalla dottoressa Irene Putortì opera nella città di Reggio Calabria, realizzando azioni di alto valore sociale e rivolti anche a persone e bambini con disabilità. Tra questi anche gli interventi, l’educazione e le attività assistite con gli animali, realizzate con competenza professionale e con l’ausilio di figure specializzate. I benefici scaturiti dalla relazione uomo/animale, ed in particolare da quella con i cavalli, sono ormai scientificamente riconosciuti.

“Già le caratteristiche intrinseche del cavallo” - spiega la dott.ssa Putortì – “con tutto ciò che è in grado di trasmettere nell’immaginario umano - senso di libertà, magnificenza, propositività – sono in grado di accrescere e consolidare, con la pratica ed il contatto, il senso di empatia, comunicazione ed affettività”.

Del resto è bastato guardare gli occhi dei bambini in sella presenti in Fattoria per scorgere la felicità e la profonda autostima e sicurezza che il legame con un animale così grande e forte genera in loro. E di questi tempi non è mai abbastanza.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2021 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative