accedi | registrati | 28-1-2021

Il sindaco guiderà la Città di Reggio Calabria per i prossimi cinque anni: lo abbiamo intervistato, per provare a carpire quali saranno i primi obiettivi da raggiungere

Falcomatà, il ''secondo tempo'' con la diocesi: «Piena sinergia»

di Davide Imeneo 12/10/2020



Giuseppe Falcomatà guiderà la Città di Reggio Calabria per i prossimi cinque anni. Una conferma giunta dopo il ballottaggio. Lo abbiamo intervistato, per provare a carpire quali saranno i primi obiettivi da raggiungere.

Ha ottenuto il secondo tempo che aveva chiesto. Che Falcomatà dobbiamo aspettarci da oggi in poi?
I risultati dell’urna affermano con chiarezza che la Città ha abbracciato il percorso che abbiamo avviato in questi anni e ci chiede di continuare. In campagna elettorale abbiamo sentito l’affetto della nostra comunità, ed allo stesso tempo una domanda di cambiamento alla quale vogliamo rispondere. Usciamo da queste elezioni in maniera più pronta e consapevole. Personalmente ho già affermato che sarò il sindaco di tutti e che il dialogo e la condivisione delle scelte saranno un aspetto primario di questo secondo mandato.

Quali sono le tre priorità che intende affrontare e risolvere immediatamente?
Completati gli adempimenti, presenteremo la squadra di Governo ed approveremo il bilancio che è lo strumento cardine per cominciare le attività che abbiamo programmato. Tra le priorità naturalmente la questione dei rifiuti. Da questo punto di vista spero che la Regione sia consequenziale a quanto affermato di recente e risponda alla città in maniera concreta, per ciò che riguarda la gestione degli impianti. Contestualmente proseguiranno i lavori sulla discarica di Melicuccà che ci renderà indipendenti. Ed infine la questione del trasferimento delle deleghe alla Città Metropolitana, sulla quale stiamo lavorando a livello nazionale.

In questi giorni sta lavorando alla sua giunta. Come intende orientarsi nella scelta dei suoi primi collaboratori?
È ancora presto per parlarne. Ci prenderemo il tempo necessario a comporre una squadra di governo forte, autorevole e rappresentativa. Per il momento non mi sento di dare indicazioni, costruiremo una squadra coesa e competente, le donne e gli uomini giusti al posto giusto per dare le risposte che la città attende.

L’area del civismo ha incassato ampi consensi in occasione delle scorse elezioni. Intende coinvolgere qualcuno del “Polo Civico” nella sua squadra?
La coalizione di maggioranza che mi ha sostenuto è composta prevalentemente da forze civiche che in effetti saranno pienamente rappresentate nella squadra. Quanto ad altre compagini, che non definirei del tutto civiche, considerando che erano composte da movimenti che si richiamano all’estrema destra, non credo ci siano i margini per un coinvolgimento diretto, considerando le visioni antitetiche su tanti aspetti. Certamente dialogheremo con tutti, come abbiamo sempre fatto, e ci aspettiamo un dialogo proficuo con tutte le forze rappresentate in consiglio.

Lei ha inaugurato diverse opere ultimamente, molte delle quali, però, erano state ideate e progettate da Scopelliti, come, ad esempio, il Waterfront. Falcomatà come intende lasciare il segno, anche nello sviluppo urbano di Reggio?
Dall’inizio della consiliatura abbiamo lavorato per sbloccare il disastro che abbiamo trovato sul tema delle infrastrutture. Quando mi sono insediato non c’era praticamente alcun cantiere in attività. In questi anni abbiamo lavorato per intercettare nuove risorse, sbloccare gli iter procedurali e rilanciare i cantieri, soprattutto quelli progettati dalla giunta di Italo Falcomatà e poi bloccati, nel periodo successivo, in ginepraio di contenziosi ed irregolarità amministrative. È stato fatto un lavoro importante ed oggi la città inizia a cambiare volto, assumendo i connotati che abbiamo immaginato. Il lavoro non è ancora terminato e proprio per questo abbiamo chiesto ai cittadini la fiducia per poter continuare a costruire l’idea di città che abbiamo in mente.

Parliamo di valori. Durante il primo mandato ha manifestato in più occasioni una distanza con la comunità diocesana. Sarà così anche nel suo secondo tempo?
Nessuna distanza. Anzi un rispetto assoluto dei valori e delle prerogative della comunità diocesana ed una condivisione dei percorsi, espressa in molteplici occasioni, con spirito di collaborazione sinergica, in tantissimi quartieri della città dove le parrocchie svolgono una funzione sociale importantissima e sono un vero e proprio riferimento per l’Amministrazione. Se si sono verificati dei difetti di comunicazione, spero possano essere annullati da un dialogo sempre più proficuo e produttivo, che certamente continuerà in questo secondo mandato.

Un pensiero per i giovani che lasciano Reggio. Lei non può fermarli, ma avranno ancora un aeroporto a disposizione per poter tornare dai loro cari?
Io spero si possano creare le condizioni affinchè i giovani possano eventualmente scegliere di partire, per formarsi o per lavorare, senza esserne costretti. Su questo c’è tanto da lavorare ma i dati economici degli ultimi anni indicano una ripresa che ci lascia ben sperare per il futuro. Per ciò che riguarda l’aeroporto è uno dei temi cardine sui quali intendiamo batterci. In questi anni sono stati fatti tanti annunci, ma nulla di davvero concreto. E dopo che siamo riusciti ad evitare la chiusura dello scalo è mancato quel percorso di rilancio che auspicavamo da parte di Sacal, che invece si è rinchiusa interrompendo il dialogo con il territorio. Spero che con la nomina del nuovo Presidente questa tendenza possa essere invertita. Ce lo auguriamo tutti perchè è evidente che la nostra città, per ciò che riguarda il tema dei trasporti, merita molto di più.

Dal Comune. Il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà ha incontrato questa mattina l'Arcivescovo dell'Arcidiocesi Reggio Calabria - Bova Giuseppe Fiorini Morosini. L'incontro, proficuo e cordiale, è il primo del fitto programma di visite istituzionali che il rieletto sindaco Giuseppe Falcomatà effettuerà nei prossimi giorni. Domani, martedì 14 ottobre, è prevista la visita al Prefetto Massimo Mariani. Nei prossimi giorni il sindaco eletto incontrerà gli altri rappresentanti delle istituzioni territoriali.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2021 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative