accedi | registrati | 16-4-2021

Riso, latte, tonno, pelati, biscotti forniti dal Banco Alimentare della Calabria sono partiti da Cosenza alla volta dei container di Rosarno

Un furgone di alimenti per i migranti del campo di Rosarno

di Redazione Web 19/10/2020

Il furgone della Croce Rossa Italia è partito da Cosenza alla volta dei container di Rosarno, dove vivono circa 100 immigrati, per fornire loro riso, latte, tonno, pelati, biscotti. Tutti alimenti messi a disposizione dal Banco Alimentare della Calabria, la cui mission principale è di aiutare gli emarginati della società. Come è noto, inoltre, all’interno del campo di contrada Testa dell’acqua di Rosarno alcuni stranieri sono risultati positivi al Coronavirus e si trovano in quarantena in uno dei 26 contanier.
«Non possiamo continuare a far finta di niente – afferma il direttore generale del Banco Alimentare della Calabria, Gianni Romeo – l’attenzione ai più fragili dev’essere la nostra priorità e loro sicuramente sono i più esposti, lontani dai loro paesi e dai loro affetti. In questo momento difficile per tutti, dal punto di vista economico e sanitario, i migranti risentono anche del vento dell’intolleranza che soffia su di loro, non possiamo lasciarli soli».
Un aumento del 40% delle richieste di aiuto è stato registrato dall’associazione in Calabria: proprio per questo, l’attività continua a distribuire generi alimentari grazie ai suoi quasi 600 enti caritativi convenzionati che assistono complessivamente 132.871 persone in difficoltà.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2021 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative