accedi | registrati | 19-4-2021

Anche Reggio ha partecipato al dialogo cristiano islamico: “Ignazio e Maryam”, Dialogo serale tra un cristiano e una musulmana in ricerca

Issr, una comunità a confronto nel segno della multiculturalità

di Redazione Web 17/11/2020

di Maddalena Di Prima* - Giovedì 29 ottobre 2020, l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Reggio Calabria ha preso parte alla XIX Giornata del dialogo cristiano islamico: “Ignazio e Maryam”, Dialogo serale tra un cristiano e una musulmana in ricerca. L’evento, promosso e organizzato dalle associazioni: SAE (Segretariato Attività Ecumeniche) di Milano, Rosa Bianca, Comunità del Pellegrino Cantù, ASPEm onlus (Associazione Solidarietà Paesi Emergenti), è stato animato da due esperti di islamistica: Fratel Ignazio De Francesco, monaco della Piccola Famiglia dell’Annunziata, comunità fondata da Giuseppe Dossetti di cui è stato discepolo, e la linguista Rosanna Maryam Sirignano. L’incontro, avvenuto online, a causa delle circostanze dovute dal Covid-19, ricalca il titolo del libro di Fratel Ignazio: Simeone e Samir. Dialoghi notturni tra un cristiano e un musulmano in fuga, edito da Zikkaron. La fase iniziale del dibattito è stata incentrata sulla spiegazione della “scelta del nome”, sulla differenza tra identità anagrafica e identità religiosa. Al racconto dell’esperienza vissuta da persona a cui è stato attribuito un nome dalla famiglia, come da consuetudine, ha fatto seguito la testimonianza personale ed intima degli individui, il racconto del cammino intrapreso sul percorso assegnato ai due da Dio, in virtù della scelta religiosa in cui hanno trovato la propria corrispettiva declinazione. Dal loro vissuto sono emersi due libri: quello di Rossana Maryam, La mia Siria. L’umanità che resiste, edito da Villaggio Maori, e quello sopraccitato di Fratel Ignazio, noto anche grazie alla trasposizione teatrale avvenuta con il contributo dell’Ufficio Nazionale per l’Ecumenismo e il Dialogo Interreligioso della Conferenza Episcopale Italiana. L’Istituto di Scienze Religiose di Reggio Calabria ha partecipato con grande entusiasmo all’evento attraverso il contributo attivo al dibattito di alcuni docenti e discenti. Gli interventi delle studentesse frequentanti il nuovo corso di Laurea Magistrale ad indirizzo Interculturale e Interreligioso sono risultati di grande interesse accademico: i quesiti esposti, di carattere sia storico che linguistico sulla Vergine Maria, tra le figure “ponte” della cultura cristiana e musulmana, hanno destato un apprezzamento per la qualità, l’approfondimento dell’argomento, nonché la padronanza della conoscenza comparatistica delle due religioni in oggetto.
Nel suo complesso, il Dialogo serale ha fatto emergere come il bisogno di approfondire e vivere il dialogo interreligioso oggi, in ottemperanza ai dettami della Lettera enciclica del Santo Padre Fratelli Tutti, sia una realtà imprescindibile, che coinvolge tutti. Esso, inoltre, ha offerto, sulla comune esperienza del virus che ci sta affliggendo, una vicinanza emotiva, un’ispirazione e un’opportunità per futuri scambi di opinione.
*Docente di Islamistica e Lingua Araba – Issr di Reggio Calabria

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2021 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative