accedi | registrati | 19-4-2021

Era stato nominato commissario ad acta per la sanità calabrese da Giuseppe Conte, ma adesso si dovrà cambiare persona. Forse Gino Strada?

Sanità in Calabria: si è dimesso Giuseppe Zuccatelli

di Redazione Web 16/11/2020

È giunta da poco la notizia delle dimissioni del commissario ad acta per la sanità calabrese, Giuseppe Zuccatelli, da poco nominato dal premier Giuseppe Conte a seguito dell’intervista “scandalo” che ha visto come protagonista l’ex commissario Saverio Cotticellli. Al centro di tutto, la mancanza di un piano anti-Covid regionale, per cui Cotticelli non ha saputo rispondere alle domande del giornalista, quando in realtà spettava a lui il dovere di redigerlo. Dichiarazioni poi riformulate in diretta tv a seguito delle dimissioni e dell’intervento di Giuseppe Conte per rimuoverlo dall'incarico. A questo punto, era entrato in ballo Giuseppe Zuccatelli, una nomina che aveva alimentano non poche polemiche, soprattutto per via di alcune sue affermazioni relative ai comportamenti idonei da seguire durante la pandemia, che da quanto affermava in un video circolato poi sul web, dal suo punto di vista risultavano essere superflui, come ad esempio l'uso delle mascherine. Dopo chiarimenti e ritardi, dovuti a quanto pare al riscontro della positività al Covid-19 di Zuccatelli, adesso è certo: le voci sulle sue presunte imminenti dimissioni erano già nell’aria da qualche giorno, e proprio in merito a quest’ultimo aspetto Giuseppe Zuccatelli aveva dichiarato che si sarebbe dimesso solo glielo avrebbe chiesto il ministro Speranza. Probabilmente, quella richiesta è arrivata proprio oggi. Adesso ritorna sul tavolo delle trattative, sempre più prepotentemente un nome: Gino Strada.

Le reazioni
«Auspichiamo che le forze chiamate a decidere mettano da parte ogni ostilità e campanilismo politico al fine di designare una figura condivisa dalle indiscusse capacità organizzative ed a cui si chieda di rendicontare settimanalmente del proprio operato in questa fase di gravissima emergenza per la nostra regione», così Francesco De Leo, segretario regionale Movimento Sociale Fiamma Tricolore.
Anche il movimento La Strada si esprime a riguardo: «Il ministro Speranza e la compagine governativa puntino senza esitazione su una persona compente e che dia piena garanzia di indipendenza rispetto a logiche di spartizione e lottizzazione che condurrebbero inevitabilmente la Calabria a scivolare nel baratro su cui si affaccia da decenni. Ancora, la figura selezionata dovrà senz’altro interfacciarsi con gli amministratori locali, i movimenti, le associazioni, che per primi hanno il polso delle esigenze dei territori e in questa vicenda sono stati lasciati drammaticamente soli a svuotare l’oceano con un secchio. Ecco perché una figura come quella di Gino Strada, distintosi a livello internazionale per la sua competenza e il suo coraggio, avendo operato nei contesti più difficili delle emergenze globali, ci sembra avere tutti i requisiti per ricoprire il ruolo di commissario alla sanità della nostra regione».

 

 

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2021 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative