accedi | registrati | 17-4-2021

L'impegno di Caritas Internationalis con un programma di emergenza per poter dare aiuto alle popolazioni colpite

L'inverno preoccupa i sopravvissuti del terremoto in Turchia

di Redazione Web 17/11/2020

Caritas Internationalis esorta a contribuire a un programma di emergenza di due mesi per fornire un aiuto rapido ed efficace alle persone colpite dal terremoto di Smirne in TurchiaIl terremoto di magnitudo 6.6 ha colpito al largo delle coste turche nel Mar Egeo meridionale il 30 ottobre scorso ed è stato avvertito nei paesi limitrofi di Grecia, Bulgaria e Macedonia.

Secondo quanto riportato, 114 persone sono morte e altre 1035 sono rimaste ferite. Si stima che 15.000 persone dormano in tende nei parchi, nelle aree ricreative, nei campus universitari, negli stadi o nelle case di parenti o amici. E ci si aspetta che un numero maggiore di persone venga messo in strada, poiché molti edifici danneggiati, che sono stati resi troppo pericolosi per essere abitati, saranno distrutti.

Il programma di Caritas Turchia a Smirne aiuterà 2.500 persone a far fronte alle perdite causate dal terremoto e ad affrontare l'inverno che si avvicina rapidamente. Caritas fornirà articoli vitali che le persone potrebbero aver perso durante il terremoto, come pannolini e latte in polvere per i neonati, coperte, letti, vestiti invernali ed elettrodomestici per coloro che sono stati temporaneamente trasferiti dal governo.

Poiché il clima si fa più freddo ogni giorno con l'arrivo dell'inverno, ci sarà un ulteriore bisogno di vestiti caldi, coperte e stufe. Caritas continuerà a valutare le necessità di assistenza a coloro che vivono in situazioni precarie per garantire loro un'assistenza a lungo termine.

"Nonostante la crisi globale, abbiamo sentito davvero la solidarietà della popolazione locale di Smirne, che ha generosamente offerto un aiuto concreto a coloro che sono stati colpiti dal terremoto", dice Nadir Nadhim, direttore della Caritas Turchia.

"Ora abbiamo bisogno di un sostegno per poter continuare i nostri programmi e dare speranza a coloro che stanno cercando di ricostruire la loro vita mentre ci avviciniamo all'inverno".

Il programma da 52.000 euro ha già ricevuto finanziamenti per 20.000 euro, e dunque necessita di soli 32.000 euro per essere completato.

È possibile donare attraverso il sito di Caritas Internationalis https://www.caritas.org/donation/izmir-earthquake/

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2021 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative