accedi | registrati | 21-1-2021

13 dicembre: la storia di una donna che consacrò la vita a Cristo durante il tempo della persecuzione dei cristiani

Santa Lucia, vergine martire e coraggiosa

di Redazione Web 13/12/2020

Oggi si celebra santa Lucia, vergine e martire coraggiosa, vissuta tra il III e il IV secolo. Nata in Sicilia, a Siracusa, era destinata al matrimonio quando lei, in segreto, aveva già consacrato la sua vita a Dio.
La visita, assieme alla madre Eutichia, sulla tomba di sant'Agata a Catania, le diede la forza per dichiarare pubblicamente la sua ferma decisione di consacrarsi a Cristo, e di donare il suo patrimonio ai poveri. Questa scelta così voluta e decisa provocò le ire del promosso sposo, che la denunciò in quanto cristiana. A quei tempi, erano infatti in vigore i decreti della persecuzione dei cristiani emanati dall'imperatore Diocleziano. Rifiutando l’ordine di sacrificare agli dei pagani davanti al prefetto Pascasio, Lucia dovette subire crudeli torture dalle quali uscì indenne; venne poi uccisa con la spada a soli 21 anni. Era l'anno 304. È oggi venerata come santa dalla Chiesa cattolica e dalla Chiesa ortodossa. È una delle sette vergini menzionate nel Canone romano e per tradizione è invocata come protettrice della vista a motivo dell'etimologia latina del suo nome, che dal latino Lux significa “luce”.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2021 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative