avveniredicalabria

I cittadini sono chiamati a partecipare alla Festa della Liberazione dai balconi delle loro case, cantando alle ore 15 tutti insieme "Bella Ciao"

Crescono le adesioni dei sindaci all’iniziativa dell’Anpi

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il 25 aprile #bellaciaoinognicasa alle ore 15, dai balconi di tutta Italia per un inno alla Libertà. Crescono a livello nazionale le adesioni per l’iniziativa del prossimo sabato. Hanno già confermato la loro “presenza” tra gli altri: Arci, Cgil, Cisl, le Sardine, Pd, Confederazione italiana tra le Associazioni combattentistiche e partigiane, Unione degli Universitari, Rete degli studenti medi, Rete della Conoscenza, Istituto nazionale Ferruccio Parri, Comune di Firenze, Anppia, Articolo Uno, Aned, Fiap, Articolo 21, Rete #NoBavaglio, Libertà e Giustizia.

A livello locale, ricordiamo, l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia ha rivolto lo scorso 14 aprile 2020 un appello indirizzato ai sindaci del territorio della Città Metropolitana che vede già diverse adesioni.
Accogliendo la proposta dell’Anpi, in ciascun comune il 25 aprile sarà celebrato in maniera semplice, ma significativa, nel pieno rispetto delle regole imposte dall’emergenza sanitaria, e secondo quanto stabilito: i sindaci alle ore 11,00 deporranno un omaggio floreale nel luogo che avranno scelto come simbolo del 25 aprile.

Ogni primo cittadino con la fascia tricolore, sarà affiancato (secondo le norme del distanziamento) da un vigile urbano con il Gonfalone dell’Istituzione e da un rappresentante dell’associazione partigiani, dove possibile.
Di seguito l’elenco dei Sindaci che hanno dato adesione alla proposta di celebrazione del 25 aprile:

• Falcomatà Giuseppe (Reggio Calabria)
• Alessio Aldo (Gioia Tauro)
• Alfarano Pino (Camini)
• Arfuso Daniela (Cardeto)
• Belcastro Caterina (Caulonia)
• Bruzzaniti GB (Samo)
• Campisi Giuseppe (Ardore)
• Canturi Aldo (Bianco)
• Casile Santo (Bova)
• Conia Michele (Cinquefrondi)
• Cosentino Francesco (Cittanova)
• Crinò Antonio (Casignana)
• De Leo Cesare (Monasterace)
• Femia Geppo (Marina di Gioiosa)
• Frosina Gregorio (Bagnara)
• Fuda Salvatore (Gioiosa J.)
• Maesano Vincenzo (Bovalino)
• Malara Francesco (S.Stefano)
• Mantegna Domenico (Benestare)
• Marrapodi Umberto (Caraffa)
• Monorchio Santo (Bagaladi)
• Panetta Carmelo (Galatro)
• Pellicanò Giovanna (Staiti)
• Penna Domenico (Roccaforte del Greco)
• Pensabene Vincenzo (Fiumara)
• Ranuccio Giuseppe (Palmi)
• Repaci Sandro (Campo Calabro)
• Russo Bernardo (San Lorenzo)
• Silvestro Fiorenzo (Maropati)
• Stranieri Domenico (Sant’ Agata)
• Suraci Ugo (Montebello)
• Taverniti Sandro (Pazzano)
• Tripodi Andrea (S. Ferdinando)
• Tripodi Michele (Polistena)
• Valenti Enzo (Bivongi)
• Verduci Giovanni (Motta San G.)
• Zavettieri Pier Paolo (Roghudi)
• Zavettieri Saverio (Bova M.)
• Zito Vittorio (Roccella J.)


Articoli Correlati

Covid-19. Altri 228 casi positivi in Calabria

Sono 228 i nuovi casi accertati in Calabria. È quanto emerge dall’ultimo bollettino del dipartimento tutela della salute della Regione Calabria. Secondo gli ultimi dati è la provincia di Reggio ad aver fatto registrare il più alto numero di positivi all’esito degli ultimi tamponi. In tutto 120.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.