Avvenire di Calabria

Centosette milioni di euro per le regioni destinatarie per favorire un nuova economia

«Cultura Crea», un bando del MiBACT per le startup innovative

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

«Un'occasione straordinaria per produrre cultura, creare opportunità di lavoro per i giovani laureati e incrementare il turismo della Calabria, favorendo l’inclusione sociale e l’accessibilità». Così il Direttore del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, Carmelo Malacrino, oggi alla presentazione di Cultura Crea, il programma promosso dal MiBACT e destinato a sostenere la filiera culturale e creativa di alcune regioni del Mezzogiorno, tra cui anche la Calabria. Finanziato con i PON Fesr 2014- 2016 "Cultura e Sviluppo", dell'Asse prioritario II, Cultura Crea intende supportare la nascita di nuove startup nel settore delle industrie culturali, promuovendo l'uso di nuove tecnologie e di innovazione, o consolidare e sostenere le attività delle PMI già presenti sul territorio e operative nelle filiere del turismo, dell'arte, dello spettacolo e dei prodotti tipici - tradizionali. O ancora a favorire la nascita e la qualificazione di servizi connessi alla gestione e fruizione del patrimonio culturale, con la creazione di nuove società o col potenziamento dei soggetti già operanti nel terzo settore. «L'iniziativa del Ministero permette di gestire un cospicuo budget (saranno in tutto 107.000.000 di euro i fondi per le regioni destinatarie del progetto) e di superare le condizioni di sottoutilizzo delle risorse per i beni culturali - ha dichiarato Malacrino. Non si tratta solo della possibilità di creare nuove imprese, ma di rafforzare il raggio di azione di quelle esistenti e far partire una filiera artistico culturale di sostegno al turismo calabrese. Il MArRC, in questi ultimi mesi, è riuscito ad attrarre oltre 50.000 visitatori nel solo mese di agosto, con un incremento pari al 22% rispetto al dato dello stesso periodo dello scorso anno. E la sfida che ci siamo posti sin dalla riapertura di tutti i livelli dell'esposizione permanente - ha continuato il Direttore - è quello di fare del Museo uno dei punti di riferimento culturali di Reggio e della Calabria. Non possiamo, dunque, non cogliere con soddisfazione l'occasione che viene data da Cultura Crea, consapevoli che il rilancio del turismo nella regione passa dalle bellezze artistiche e naturali del territorio. Siamo quindi disponibili - ha affermato Malacrino - ad accogliere le proposte che scaturiranno dal bando e condividere i progetti che ci saranno presentati. Riteniamo, infatti, che dalla partecipazione delle scelte possano nascere le soluzioni migliori. La Calabria è stanca delle opere incompiute o avulse dalle effettive necessità del territorio. Per crescere - ha concluso Malacrino - è necessario avere idee chiare, condivise, sostenibili e, soprattutto, utili alla crescita sociale, economica e culturale della collettività».

Articoli Correlati

È Procida la Capitale della Cultura per il 2022

Lo ha comunicato in diretta zoom il ministro Franceschini al termine della selezione svolta da una giuria di esperti presieduta dal prof. Stefano Baia Curioni. «Complimenti a Procida che ci accompagnerà nell’anno della ripartenza e della rinascita»

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.