Avvenire di Calabria

Avvenire di Calabria torna in edicola o in parrocchia assieme ad Avvenire, quotidiano dei cattolici italiani

Domenica in edicola. South working, opportunità o moda attuale?

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Avvenire di Calabria torna in edicola o in parrocchia assieme ad Avvenire, quotdiano dei cattolici italiani. L'apertura di questo numero è dedicato al tema del South working con un'intervista esclusiva a Walter Ruffinoni, Ceo di NTT Data per l'area Emea. Cosa significa, invece, fare impresa in Calabria lo abbiamo chiesto all’imprenditore e manager reggino Pino Falduto che punta l’indice contro la burocrazia, spesso, a queste latitudini, “ostacolo” alla libera iniziativa privata. Un’opinione, la sua, sui temi dell’occupazione, messa a confronto con quelle di Rosy Perrone, segretario generale della Cisl di Reggio Calabria e Alessia Santoro e Enzo Cuzzola del Settore servizi finanziari e tributi della Città metropolitana.

La fotonotizia. Il saluto a padre Giacomo Engels custode della Chiesa d'Oriente in Calabria durante il suo impegno pastorale per 50 anni nell'Area Grecanica.  L'attualità. Intervista a Peppe Marino, consigliere delegato della Città metropolitana che ci spiega come la MetroCity stia lavorando per la gestione dei fondi straordinari del Recovery Fund. Ampio focus al giorno della Liberazione che si terrà il 25 aprile tra pandemia e voglia di libertà. A completare le pagine dedicate a istituzioni e politica, un’approfondita intervista al presidente del Consiglio regionale della Calabria, Giovanni Arruzzolo sull’attività dell’assise regionale e sui temi legati a sviluppo, lavoro e sanità.


La vita ecclesiale. Tante pagine sono dedicate alla vita ecclesiale. A livello regionale un racconto delle iniziative di monsignor Oliva a Platì e di monsignor Savino che ricorda don Tonino Bello. Poi, siamo entrati in Seminario - a Reggio Calabria - per conoscere meglio don Davide Amadeo, don Antonio Circosta e don Davide Tauro che saranno ordinati sacerdoti il prossimo 8 maggio in Cattedrale. Significative le testimonianze vocazionali, raccolte. Infine, la cronaca di una messa a Bagnara Calabra in ricordo del Pio transito del Venerabile, monsignor Giovanni Ferro.

Articoli Correlati

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.