Avvenire di Calabria

Pubblichiamo la lettera del coordinatore provinciale di "Fratelli d'Italia", Denis Nesci, alla redazione del settimanale "Avvenire di Calabria"

Il saluto di Fratelli d’Italia a monsignor Fortunato Morrone

Il politico si è detto disponibile a elaborare «con laboriosa convinzione» l'appello del presule alle Autorità nel giorno del suo insediamento

di Denis Nesci *

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’inizio del percorso che la comunità reggina si appresta ad intraprendere al fianco del suo nuovo pastore, monsignor Fortunato Morrone, è la maturazione della consapevolezza di potersi affidare ad una guida solida e sicura. Ringraziando Padre Morosini per il prezioso patrimonio - cristiano e umano - che ha lasciato alla nostra città, è un sincero benvenuto, a monsignor Morrone, quello che vuole rivolgere la comunità politica che mi onoro di rappresentare. Una comunità politica impegnata capillarmente, ogni giorno, a difendere i valori di costruzione di una rete credibile e solidale, per far fronte alla domanda che arriva dal basso, dalle famiglie e dai cittadini dei nostri territori.

Un’azione guidata dalla bussola della dottrina sociale della Chiesa, i cui punti di riferimento sono scalfiti nei programmi e nel paradigma identitario del nostro partito.  

Dalla difesa dell’inestimabile valore della vita, allo sforzo di garantire la centralità della famiglia tradizionale come pilastro su cui edificare la società di domani. Un lavoro di prossimità che porge lo sguardo verso le fasce sociali più deboli, con iniziative e scelte politiche nette, che valorizzano l’etica della solidarietà, attraverso un percorso di aggregazione di giovani, uomini e donne, disposti ad investire su loro stessi. Soprattutto in un tempo in cui la tragedia della pandemia da Covid-19 ha acutizzato le disuguaglianze, polarizzando, inevitabilmente, la stratificazione sociale.

Il nostro impegno è rivolto ad un’autentica e consapevole partecipazione alla vita democratica della nostra città, per mettere in moto le forze positive che in essa si muovono e generano speranza. Ognuno con le proprie specificità e con le proprie prerogative è chiamato ad offrire un servizio alla comunità; ed oggi è chiaro più che mai, che il compito della politica è arduo, perché di fronte alla paura dell’incertezza e travolti da uno scollamento dai valori di riferimento, è indispensabile recuperare credito e fiducia con la testimonianza e l'esempio. Non si può rinunciare a quello scatto morale, capace di intercettare l’interesse e l’orizzonte delle nuove generazioni. «Dobbiamo camminare insieme, altrimenti non riusciamo a concludere nulla…», a questo appello del nostro Vescovo, rispondiamo: presente. Perché il percorso e i valori intrinsechi della storia pastorale e del background di monsignor Morrone, li condivideremo con laboriosa convinzione. Al nostro presule, riserviamo la piena disponibilità a portare avanti e affrontare al suo fianco, le sfide sociali alle quali tutti siamo chiamati, nelle responsabilità dei nostri ruoli di rappresentanza. Custodendo i grandi principi di legalità, libertà, giustizia e partecipazione, continuiamo il percorso che va nella direzione di dare un valore aggiunto al tessuto sociale della nostra amata Reggio. Continueremo a rivolgerci alle agenzie educative, alla scuola e al mondo delle Università, alle realtà parrocchiali, alle polisportive e alle associazioni laiche, nel decisivo compito di edificare una nuova classe dirigente.

* Coordinatore provinciale Fratelli d'Italia

Articoli Correlati

Giorgia Meloni agita le regionali in Calabria

Giorgia Meloni agita le regionali in Calabria

L’affaire Rai spacca la coalizione: Giorgia Meloni mette ufficialmente in mora il centrodestra: «Occhiuto? Regole saltate». Riscalda i motori Wanda Ferro. Nel centrosinistra, c’è anche Oliverio.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.