Avvenire di Calabria

Per l’intervento di protezione costiera e ripascimento, che interessa il lungomare Ottaviano Augusto e Cicerone, sono stati ufficialmente consegnati i lavori

Il sindaco di Motta San Giovanni sollecita la Città metropolitana

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La scorsa settimana il sindaco Giovanni Verduci si è recato presso gli uffici della Città Metropolitana per fare il punto su alcuni interventi che già interessano, o lo faranno a breve, il territorio mottese.

Con i dirigenti e i tecnici metropolitani il primo cittadino ha avuto modo di confrontarsi su temi importanti come la strada Sp21 Lazzaro-Motta San Giovanni, il litorale di Lazzaro e il suo ripascimento, la gestione dell’emergenza rifiuti.

Relativamente all’importante arteria che dalla SS.106 si spinge fino alla località Sant’Antonio, c’è già una proposta di aggiudicazione per i lavori di ripristino del piano viabile e messa in sicurezza al km6, quello interessato dallo smottamento che ha determinato il restringimento della carreggiata. Inoltre, proprio in questi giorni, tramite il Mercato della Pubblica Amministrazione la Metrocity sta individuando la ditta da incaricare per l’ampliamento della carreggiata nel tratto immediatamente precedente a quello interessato alla frana. Mentre è già inserito nel programma redatto dall’ufficio viabilità, e su richiesta del sindaco sarà realizzato nel più breve tempo possibile, lo sfalcio e la pulizia dell’intera strada.

In merito all’intervento di protezione costiera e ripascimento, che interessa il lungomare Ottaviano Augusto e Cicerone, sono stati ufficialmente consegnati i lavori alla ditta aggiudicatrice dell’appalto che già lunedì dovrebbe presentare un dettagliato e specifico cronoprogramma dei lavori che sarà esaminato con molta attenzione.

Il sindaco, a seguito dell’avvenuto passaggio di consegne tra la precedente e la nuova ditta incaricata del servizio di raccolta dei rifiuti, volendo scongiurare possibili rischi per la salute pubblica, ha proposto all’ufficio Ato rifiuti, ottenendo massima disponibilità, un piano straordinario per la raccolta e il successivo conferimento dei rifiuti indifferenziati.

Articoli Correlati

Covid-19 in Calabria

Motta San Giovanni, è allarme coronavirus

Sono 18 i casi registrati quest’oggi nel centro del basso ionio reggino. L’amministrazione comunale, in una nota, invita la popolazione alla massima cautela e a sottoporsi a vaccinazione.

È iniziato il palio di Motta San Giovanni

È iniziato il palio di Motta San Giovanni

Dopo lo stop causato dall’emergenza pandemica, il paese del basso jonio reggino si trasformerà in un borgo medievale. «Siena ci fa un baffo» commentano ironicamente gli organizzatori.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.