Avvenire di Calabria

L’8 maggio l’effigie di Maria tornerà lungo le strade del rione sud di Reggio Calabria

Modena, dopo il coronavirus torna la processione della Madre

Durante la novena diversi sono i momenti di preghiera: ecco il programma completo

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dopo due anni di forzato stop causato dalla pandemia, la sacra effigie di Maria Santissima di Modena tornerà in processione per le vie del quartiere a sud di Reggio Calabria. Il tradizionale appuntamento si terrà domenica prossima, 8 maggio.

Grande è l’attesa tra la comunità parrocchiale di San Pio X che, venerdì, si è unita in preghiera attorno al suo pastore, monsignor Fortunato Morrone. Proprio ad inizio del novenario dedicato alla Vergine, l’arcivescovo ha presieduto la Santa Messa delle 18.30, durante la quale ha anche amministrato il Sacramento della Cresima.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Sabato scorso, invece, oltre alle celebrazioni giornaliere, la preghiera delle 19 è stata accompagnata dal canto dell’Akathistos, l’antico inno liturgico della tradizione di rito greco in onore di Maria.

Gli appuntamenti in onore di Maria Santissima di Modena sono proseguiti anche nella giornata di domenica, primo maggio, con le tradizionali sante messe del mattino alle 6.30, delle 8, delle 9.30, delle 11. Al pomeriggio la messa delle 16.30 e la messa vespertina delle 18.30.

Da oggi, lunedì 2 maggio e fino a giovedì, il programma delle celebrazioni prevede Sante messe alle 6.30 e alle 9; l’Adorazione eucaristica fino alle 12, al mattino. Al pomeriggio, la liturgia delle 16.30 e la messa delle 18.30, seguita del Canto del Vespro.

Venerdì 6, invece, oltre alle celebrazioni e all’adorazione eucaristica al mattino, alle 16.30 si terrà il pellegrinaggio degli ammalati, seguito dalla messa delle 18.30. Sabato 7 maggio, alla vigilia della processione, alle 18.30 si terrà il tradizionale pellegrinaggio dei Confratelli della Congrega di Maria Santissima di Modena e dei Portatori della Vara.

L'8 maggio la processione della Madonna di Modena

L’8 maggio, solennità della Madonna di Modena, ci saranno le messe del mattino e del pomeriggio. Con inizio alle 18.30, invece, la venerata icona sarà trasportata in processione per le vie del quartiere. Durante tutto il tempo della novena, ci sarà un sacerdote disponibile quotidianamente per le confessioni. L’animazione liturgica sarà, invece, curata dai vari gruppi religiosi che operano nel Santuario, mentre la preghiera sarà supportata dai Padri Monfortani.

Durante la processione della Madonna di Modena, accompagnata dal Complesso bandistico di Mosorrofa, non saranno raccolte offerte. Ci si unirà in preghiera affidandosi alla Vergine Maria.


PER APPROFONDIRE: Chiesa in Calabria, prime indicazioni dei vescovi per il post-covid


«Nel ritornare, dopo due anni, alla processione - affermano il parroco don Gianni Licastro e i confratelli della Congrega nel loro messaggio alla Comunità - invochiamo la Madonna perché estingua l’odio, plachi la vendetta, ci insegni il perdono, ci liberi dalla guerra, preservi il mondo dalla minaccia nucleare. Ridesta in noi il bisogno di pregare ed amare».

Articoli Correlati

50 anni fa a Riace il ritrovamento dei Bronzi

Era il 16 agosto del 1972 quando al largo delle coste di Riace, in Calabria, dopo una segnalazione del sub Stefano Mariottini, i carabinieri riportavano alla luce due statue uniche al mondo, i Bronzi di Riace.

Scilla e la devozione per San Rocco

La Chiesa celebra oggi San Rocco, tra i santi più illustri del secolo XIV e uno dei più cari a tutta la cristianità. Da quasi sei secoli, la comunità di Scilla, rinnova il suo legame con il Santo Patrono.