Avvenire di Calabria

Il vicario generale dell'arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova, don Pasqualino Catanese, presiederà la Pasqua dello Sportivo in riva allo Stretto

Pasqua dello Sportivo, momento di preghiera e solidarietà a Reggio Calabria

Si rinnova l'appuntamento con la comunità degli sportivi del territorio diocesano: si raduneranno nella chiesa parrocchiale di San Giorgio al Corso

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il Vicario generale dell'arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova presiederà la Pasqua dello Sportivo in riva allo Stretto. Peculiarità di questa edizione, accanto alla preghiera comunitaria degli sportivi reggini, sarà anche un gesto di solidarietà verso i ragazzi ucraini scappati dalle bombe e giunti sul territorio diocesano.

La chiesa di san Giorgio al Corso ospiterà la Pasqua dello Sportivo

Giovedì 7 aprile, alle 18, presso la chiesa parrocchiale di San Giorgio al Corso di Reggio Calabria sarà celebrata la Pasqua dello Sportivo, momento di preghiera promosso dall'Ufficio diocesano per la Pastorale del tempo libero, turismo e sport.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


L'appuntamento sarà presieduto dal Vicario generale dell'arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova, don Pasqualino Catanese. Sarà uno stimolo e una riflessione spirituale per condurre ogni sportivo ad una seria riflessione sulla sua vita di fede. Il momento di preghiera si articolerà in letture della Parola di Dio, canti di meditazione, riflessione spirituale e preghiere con intenzioni particolari. Il tutto sarà concluso con un gesto di solidarietà che gli sportivi faranno verso i ragazzi ucraini ospiti in città.


PER APPROFONDIRE: Reggio Calabria, il dono delle PGS al Gom


Il momento di preghiera per gli sportivi in preparazione alla Pasqua si inserisce nel cammino di spiritualità promosso dall'Ufficio diocesano diretto da don Cannizzaro. La preghiera comunitaria nei tempi forti dell'anno liturgico è aperta a tutti gli sportivi del territorio diocesano di Reggio Calabria - Bova.

Le parole dell'arcivescovo Fortunato Morrone

Durante la celebrazione del Natale dello Sportivo, l'arcivescovo di Reggio Calabria - Bova e presidente della Conferenza episcopale calabra, rivolgendosi al mondo degli sportivi reggini ha spiegato come «l’importanza di donare se stessi agli altri si riverbera nella fatica e nella difficoltà del “fare squadra”».

Secondo il presule pitagorico «questo è il compito cui si è chiamati, come cittadini, come sportivi e soprattutto come cristiani. La gioia del donare deve essere superiore a quella del ricevere».

Articoli Correlati

Padre Mundjo Benoit riceve la cittadinanza onoraria di San Roberto

Si è spento padre Mundjo Benoit, domani le esequie a San Roberto

Il sacerdote Wilondja Mundjo Benoit, di origini congolesi, ha concluso ieri la sua vita terrena. Era il pastore della comunità di San Roberto (Reggio Calabria) dal 2002. Prima era stato vicario parrocchiale nella parrocchia San Pio X al Santuario di Modena. Si è sempre distinto per i suoi tratti umani e per la sua grande bontà. Era anche punto di riferimento per la comunità congolese a Reggio Calabria.

Scilla e la devozione per San Rocco

La Chiesa celebra oggi San Rocco, tra i santi più illustri del secolo XIV e uno dei più cari a tutta la cristianità. Da quasi sei secoli, la comunità di Scilla, rinnova il suo legame con il Santo Patrono.