Avvenire di Calabria

Il presidente dell'osservatorio sui diritti per i minori Marziale invoca un intervento urgente

Rifiuti, un’emergenza soprattutto per i più piccoli

di Redazione web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Rifiuti, un'emergenza soprattutto per i più piccoli. «La questione dei rifiuti a Reggio Calabria e nell’ambito della Città Metropolitana deve necessariamente trovare una risoluzione». È quanto dichiara il presidente dell’Osservatorio sui Diritti dei Minori, Antonio Marziale, già Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Calabria.

«Basta dare un occhio ai social per registrare decine e decine di foto inverosimili, che rappresentano uno stato di cose devastante». Certo – prosegue il sociologo – «le responsabilità sono politiche e vanno dalla stessa Reggio Calabria, al territorio metropolitano, alla Regione, ma ci sono istituzioni di controllo che ad un certo punto possono e devono intervenire, per assicurare dignità a gente che comunque paga le tasse».

«Per non parlare del pericolo a cui sono esposti i cittadini, in particolar modo i bambini e gli adolescenti che più di tutti vivono l’area urbana. Cumuli di rifiuti maleodoranti – spiega Marziale – ratti vivi e morti e blatte gigantesche non possono fare da corollario ad un centro storico mozzafiato per le sue bellezze, perché il chilometro più bello d’Italia è solo uno dei 293 chilometri quadrati in cui vivono oltre 173 mila abitanti».

«Cosa si aspetta a dichiarare lo stato di emergenza? Perché per Napoli si è sollevato un polverone nazionale e per Reggio Calabria no?» si chiede ancora Marziale.

Articoli Correlati

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.