Avvenire di Calabria

Ue: prosegue l’assistenza a rifugiati, terremotati e alle comunità ospitanti in Turchia. Finora stanziati 10 miliardi

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Nel 2022 l’Unione europea, attraverso lo Strumento per i rifugiati in Turchia, ha continuato a sostenere i rifugiati e le comunità ospitanti in Turchia. Come conclude la settima relazione annuale dello Strumento, resa nota dalla Commissione Ue, “sono stati compiuti importanti progressi in settori chiave quali i bisogni di base, l’istruzione, la sanità, il sostegno socioeconomico, le infrastrutture municipali e il rafforzamento della gestione delle frontiere, in stretta collaborazione con le autorità turche”. La relazione illustra i risultati ottenuti dall’istituzione dello Strumento in vari settori: bisogni di base, istruzione, sanità, infrastrutture comunali, formazione professionale e gestione delle frontiere.

Il Commissario per il vicinato e l’allargamento, Olivér Várhelyi, sottolinea: “la Turchia continua a compiere sforzi significativi per ospitare milioni di rifugiati. L’Ue ha mostrato grande solidarietà con quasi 10 miliardi di euro forniti in assistenza vitale ai rifugiati e alle comunità ospitanti dal 2011 per accedere all’istruzione, alla sanità, alle opportunità di lavoro, sostenendo anche l’economia locale e rafforzando la protezione delle frontiere. Il nostro ultimo rapporto mostra i risultati ottenuti. L’Ue continuerà a sostenere i rifugiati e le comunità ospitanti in Turchia: la Commissione ha proposto agli Stati membri di continuare a mobilitare il sostegno oltre il 2023”. Ulteriori aiuti vengono forniti in relazione al terremoto che ha colpito il Paese.

Fonte: Agensir

Articoli Correlati

Tags: