Avvenire di Calabria

L'episodio risale al 25 aprile scorso: sarebbe avvenuto su una nave traghetto che collega Sicilia a Calabria

Gioia Tauro, aggredito il presidente dell’autorità portuale Agostinelli: è pioggia di solidarietà

Dalla politica, agli industriali al sindacato, ecco chi ha espresso vicinanza al numero uno dell'Authority portuale gioese

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

 Aggredito e minacciato il presidente dell'Autorità di sistema portuale dei Mari Tirreno e Jonio Andrea Agostinelli. L'aggressione, da quanto ha appreso l'ANSA, sarebbe avvenuta nella giornata del 25 aprile scorso a bordo di un traghetto che collega la Calabria e la Sicilia.

Agostinelli stava facendo rientro in Calabria quando, davanti a centinaia di persone presenti sul traghetto, sarebbe stato avvicinato da due persone, uno dei quali gli avrebbe intimato di non pronunciare più il nome di una famiglia di Gioia Tauro. Dopo averlo strattonato, l'aggressore gli avrebbe messo le mani al collo cercando di stringerlo contro una parete. L'ammiraglio Agostinelli è poi riuscito a divincolarsi e ad allontanarsi tra le grida dei numerosi passeggeri.   


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Giunto in Calabria, dopo essersi fatto refertare nell'ospedale di Polistena, ha informato di quanto era accaduto i carabinieri del Gruppo di Gioia Tauro davanti ai quali ha formalizzato una denuncia dettagliata di quanto era accaduto. Il movente dell'aggressione sarebbe legato a contesti legati ad attività all'interno del porto di Gioia Tauro. Sulla vicenda indagano, nella massima riservatezza, i carabinieri.

Agostinelli, già direttore marittimo della Calabria, da quasi due anni è presidente dell'Autorità di sistema portuale di Gioia Tauro dopo essere stato commissario dello Stesso ente per quasi cinque anni.

Aggredito Agostinelli, la solidarietà della politica

«Massima solidarietà, anche da parte della Giunta regionale, al presidente dell’Autorità di sistema portuale di Gioia Tauro, Andrea Agostinelli, vittima di una vile e inaccettabile aggressione», è giunta dal presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto.

Il Governatore parla di un «fatto grave, sul quale mi auguro venga fatta al più presto piena luce dagli inquirenti, ma che sono certo, non limiterà alcun modo l’ottimo lavoro portato avanti in Calabria dall’ammiraglio Agostinelli. Ai violenti non va fatta alcuna concessione: respingiamo con forza queste intimidazioni e diciamo un deciso ‘sì’ alla legalità».

«Simili episodi - afferma, invece, il presidente del Consiglio regionale Filippo Mancuso a proposito delle minacce al Presidente dell’Autorità di sistema portuale di Gioia Tauro -  fanno parte di una  narrazione della Calabria che vogliamo e dobbiamo  al più presto declinare al passato. All'ammiraglio Agostinelli giunga la solidarietà dell’intero Consiglio regionale».

«L'aggressione subita è un fatto gravissimo, che deve far insorgere tutte le istituzioni territoriali, generando sentimenti di assoluta indignazione nell'intera comunità», ha motivo di ritenere il Sindaco facente funzioni della Città Metropolitana Carmelo Versace. «L'Ammiraglio Agostinelli è persona seria e determinata - aggiunge Versace - i risultati conseguiti in questi anni alla guida dell'Autorità Portuale di Gioia Tauro parlano per lui. Siamo certi che questo vile gesto non lo distoglierà nemmeno un istante dal suo encomiabile impegno al servizio del nostro territorio».

Solidarietà anche dal dirimpettaio di Palazzo San Giorgio, il Sindaco facente funzioni del comune di Reggio Calabria, Paolo Brunetti. «All'Ammiraglio - scrive Brunetti - giunga la più totale vicinanza da parte della nostra Amministrazione, nella certezza che la vile aggressione subita non lo farà indietreggiare di un millimetro nella sua azione riformatrice che sta producendo brillanti risultati alla guida dell'Autorità Portuale e del porto di Gioia Tauro, una delle infrastrutture trasportistiche più importanti al mondo, che in questi anni di sua gestione sta vivendo un periodo di grande espansione».

La vicinanza di Confidustria Reggio Calabria e del sindacato

Anche il presidente di Confindustria Reggio Calabria, Domenico Vecchio, esprime vicinanza e solidarietà al comandante Andrea Agostinelli, presidente dell’Autorità di sistema portuale dei Mari Tirreno e Jonio. «Quanto accaduto - le parole di Vecchio - è gravissimo ed intollerabile, Agostinelli sta facendo un buon lavoro, e il mio augurio è che quando accaduto, non scalfisca quanto di buono fatto fino a questo momento. Bisogna immediatamente che le autorità indaghino sulla vicenda e puniscano gli aggressori. La nostra solidarietà non è retorica, ma un palese modo per dissentire e condannare, qualsivoglia firma di violenza e, soprattutto,  chiunque scelga la via della delinquenza».

Il sindacato OR.S.A., in una nota, «esprime la più sincera solidarietà al presidente dell'autorità di sistema, Ammiraglio Agostinelli, in merito all'aggressione subita il 25 aprile. Le controversie, i dibattiti su vicende politiche o riguardanti la nostra realtà, vanno per un momento messi da parte di fronte alla violenza e alla vigliaccheria messa in atto nei confronti del presidente per mezzo dell’aggressione personale subìta».


PER APPROFONDIRE: Ascolta il podcast con Mario Mega (Autorità portuale dello Stretto)


«Violenza – conclude il sindacato - che noi stigmatizziamo sia riguardo al ruolo che l'Ammiraglio ricopre, sia, in particolar modo, alla persona. Rinnovando la nostra vicinanza al presidente, ci auguriamo che al più presto venga fatta piena luce sull'accaduto e che la giustizia prenda severi provvedimenti contro gli autori dell’aggressione».

Articoli Correlati

Sanità, fra carisma e diritto alla cura

La riflessione al 25° Convegno nazionale di Pastorale della Salute che si è svolto dal 7 al 15 maggio dal titolo: «Non ho nessuno che mi immerga. Universalità e diritto alle cure»