Avvenire di Calabria

La professoressa Alvaro ha incontrato il sindaco e i responsabili della Eurocoop Jungi Mundu

Camini, al via il dottorato di ricerca dell’Ateneo di Tor Vergata

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

È giunta a Camini, nei giorni scorsi, la professoressa Rosaria Alvaro della facoltà di Scienze Infermieristiche e Sanità Pubblica dell’Università Tor Vergata di Roma, per l’avvio del progetto “La promozione della salute in un territorio multiculturale” che vede il borgo dell’accoglienza punto focale di un dottorato di ricerca innovativo.

La professoressa Alvaro ha incontrato il presidente della Eurocoop Jungi Mundu, Rosario Zurzolo, il sindaco di Camini Pino Alfarano, la tutor del progetto, l’etnopsicologa Serena Tallarico, e tutto il team di operatori della Eurocoop. La riunione operativa si è poi svolta in collegamento web con il Laboratorio dottorale di scienze infermieristiche di Roma.

Si è discusso di aspetti pratici e di metodologia della ricerca: come realizzare gli obiettivi del bando e le tempistiche, come avviare la ricerca sul territorio per fare emergere e catalogare i bisogni della popolazione presente a Camini in termini di salute. La dottoranda Maria Chiara Figura, la dottoressa Paola Arcadi, direttrice del corso di laurea in infermieristica a Milano, che l’affiancherà, e altri docenti esperti saranno a Camini il 26 aprile per iniziare il percorso triennale, mettendo a punto una prima tappa di ricerca sul campo.

Camini, quindi, è partner del progetto, terreno di ricerca e beneficiario della ricerca stessa che, quando sarà conclusa, in risposta ai bisogni emersi, vedrà attivarsi azioni e interventi concreti per la tutela della salute e lo sviluppo del benessere.

«Il progetto rappresenta un concreto passo avanti per sulla via del benessere e della salute come elementi indispensabili del vivere in armonia, seguendo sempre il filo conduttore dell’integrazione tra i popoli e della solidarietà. La presenza sul territorio di numerose etnie, la mancanza di adeguata assistenza sanitaria in loco e le distanze dai presidi ospedalieri sono gli elementi di criticità da cui il progetto parte per offrire mezzi concreti al superamento degli stessi – dice il presidente della Jungi Mundu Rosario Zurzolo –. Vogliamo perciò rinnovare il nostro sincero ringraziamento alla professoressa Alvaro e attendiamo la dottoranda e gli specialisti che l’affiancheranno, felici di averli con noi, a Camini, e di poter essere parte di un percorso così significativo e incisivo. L’obiettivo è una società inclusiva e in salute».


Ufficio Stampa

Articoli Correlati

covid in Calabria

Covid in Calabria, aumentano i contagi: il bollettino

Di nuovo in salita il numero dei contagi registrato in Calabria. Sale anche il tasso di positività nelle ultime 24 ore. Ma cresce anche il numero dei tamponi effettuati, rispetto allo stesso periodo clou della pandemia.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.