Avvenire di Calabria

Concorso promosso da Confagricoltura, Onlus Senior e Intesa Sanpaolo per valorizzare progetti di inclusione

“Coltiviamo agricoltura sociale”, un premio di cinquantamila euro

C’è tempo fino al 15 ottobre per presentare le proposte, l'iniziativa è riservata a imprenditori agricoli, cooperative sociali e altre forme di associazione di promozione sociale.

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un premio di 50 mila euro per un progetto originale di agricoltura sociale: al via il concorso “Coltiviamo agricoltura sociale”, promosso da Confagricoltura, Onlus Senior e Intesa Sanpaolo, allo scopo di sostenere e valorizzare le iniziative delle aziende agricole e delle cooperative sociali che intendono realizzare progetti che, a partire dal lavoro agricolo, costruiscano percorsi di inclusione e sostegno sociale alla categorie più deboli della popolazione. L’iniziativa, - rivela l'agenzia "Il Redattore Sociale - che sarà presentata il 24 agosto alle 13 al Meeting di Rimini, è riservata a imprenditori agricoli singoli o associati, cooperative sociali che esercitano attività agricola e altre forme di associazione di promozione sociale. Beneficiari delle proposte presentate devono essere minori e giovani in situazione di disagio sociale, oppure anziani, o disabili, o rifugiati o richiedenti asilo. Iprogetti dovranno riguardare uno o più dei seguenti ambiti: inserimento socio-lavorativo di persone con disabilità o svantaggiate e di minori in età lavorativa inseriti in progetti di riabilitazione e sostegno sociale; prestazioni e attività sociali e di servizio per le comunità locali che utilizzino le risorse materiali e immateriali dell’agricoltura per sviluppare le abilità e le capacità delle persone e per favorire la loro inclusione sociale e lavorativa, di ricreazione e di servizi utili per la vita quotidiana; prestazioni e servizi a supporto delle terapie mediche, psicologiche e riabilitative per il miglioramento delle condizioni di salute e le funzioni sociali, emotive e cognitive delle persone interessate, anche con l’ausilio di animali addestrati e la coltivazione delle piante; educazione ambientale e alimentare, salvaguardia della biodiversità, conoscenza del territorio mediante le fattorie sociali e didattiche per l’accoglienza e il soggiorno di bambini in età prescolare e di persone in difficoltà sociale, fisica e psichica. Le proposte dovranno essere presentate entro il 15 ottobre 2016, mentre i progetti andranno realizzati entro il 30 ottobre 2017. Tutti i dettagli per la partecipazione sono contenuti nel bando.

Articoli Correlati

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.