Avvenire di Calabria

Diocesi: Concordia, domani un incontro sul duomo-concattedrale di Pordenone “Il campanile e la città”

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Per le giornate in cui si celebrano i santi e si commemorano i morti il campanile del duomo-concattedrale di San Marco, a Pordenone, “sarà probabilmente ancora ingabbiato, se pur la cuspide già fa capolino, come rimessa a nuovo; entro la fine del mese di novembre sarà certamente libero, da contemplare a naso all’insù, più bello e più sicuro. I lavori sono iniziati con l’installazione del ponteggio nei primi giorni di maggio scorso, con un tempo assai piovoso.

Quindi i lavori sono continuati, secondo quanto previsto ma anche facendo fronte a diverse criticità che sono state rilevate nel corso delle analisi progressivamente effettuate”, si legge in una nota della diocesi di Concordia-Pordenone, dove si precisa che “tutto questo sarà ben spiegato nell’incontro pubblico programmato per venerdì 27 ottobre, alle 20.30 in duomo-concattedrale. La parrocchia, che ha organizzato l’incontro insieme con le associazioni storiche della città e coinvolgendo comune e Regione, ha previsto un programma con momenti di musica, video e immagini, e due relazioni, di Arturo Busetto sulla storia del campanile e di Paolo Tocchi, direttore dei lavori, sul restauro.

Ci saranno naturalmente i saluti delle autorità.
Il titolo assegnato all’incontro. “Il campanile e la città” sta proprio a rappresentare “lo stretto legame che unisce questo meraviglioso simbolo all’intera comunità cittadina”, spiega la diocesi.

Fonte: Agensir

Articoli Correlati

Argentina: Libera, consegnati a una cooperativa di Rosario un furgoncino confiscato ad una banda criminale e un forno per pane, dolci e pizze

Un furgoncino per consegna di prodotti di panetteria confiscato ad una banda criminale di Rosario, in Argentina, e un forno per pane, dolci e teglie di pizze donato da Libera sono i primi segni concreti di speranza per il riutilizzo sociale beni confiscati in Argentina. Stamattina, grazie al progetto Ben Restituido di Libera in Argentina, […]

Tags: