Avvenire di Calabria

A presiederla è stato il vescovo, Maurizio Aloise, che ha voluto riflettere sul triste fenomeno che riguarda tantissime donne

Diocesi Rossano-Cariati, celebrata la Giornata di preghiera per la tratta

Un problema prossimo alle coste calabresi che annualmente accolgono tante persone la cui dignità è spesso calpestata nel nome della violenza

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Diocesi Rossano-Cariati, celebrata la Giornata di preghiera per la tratta. A presiederla è stato il vescovo, Maurizio Aloise, che ha voluto riflettere sul triste fenomeno che riguarda tantissime donne. Un problema prossimo alle coste calabresi che annualmente accolgono tante persone la cui dignità è spesso calpestata nel nome della violenza.

Diocesi Rossano-Cariati, celebrata la Giornata di preghiera per la tratta

Celebrata domenica 13 febbraio nella Parrocchia di Cristo Re, a Cariati, la giornata Mondiale di preghiera e riflessione contro tutte forme di schiavitù,  meglio conosciuta come giornata contro la tratta degli esseri umani. Il bellissimo momento di preghiera accolto dal parroco don George Viju è stato presieduto da S. E. l’Arcivescovo Mons. Maurizio Aloise ed organizzata dalla commissione Migrantes della Diocesi. Durante la preghiera, coordinata da suor Antonia Dal Mas Missionaria dell’Immacolata del PIME e dalla d.ssa Carmelina Sciarrotta, entrambe componenti della commissione Migrantes della diocesi, ha visto la presenza di numerosi fedeli sensibili alla tematica. Durante l’iniziativa, nella quale è stata introdotta la vita di santa Giuseppina Bakita, c’è stata la partecipazione di alcune ragazze vittime di tratta.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


“Come Arcidiocesi di Rossano-Cariati siamo da sempre impegnati ad abbattere ogni forma di ingiustizia e sfruttamento, in particolare per quanto riguarda la tratta degli esseri umani presente nelle nostre zone, sotto l’evidente forma della prostituzione e dello sfruttamento lavorativo” ha dichiarato Giovanni Fortino direttore della pastorale migrantes diocesana, “ come non ricordare, ha proseguito, l’iniziativa della fiaccolata vissuta qualche anno fa che fece scalpore per le tante forze politiche assenti e contrarie a tale iniziativa, ma noi come diocesi volevamo andare oltre l’opinione pubblica e la politica perchè ritenevamo opportuno arrivare ai cuori dei cittadini onesti per sensibilizzarli contro questo fenomeno che affligge ancora oggi la nostra terra, richiamando la necessità del sostegno di tutti affinché venga rispettata la dignità dell’essere umano contro ogni forma di sfruttamento”. L’iniziativa, inserita in un più ampio movimento di preghiera voluto da Papa Francesco di portata mondiale con il tema per l’anno 2022


PER APPROFONDIRE: Tratta degli esseri umani, prosegue l’impegno di Incipit


“La Forza della Cura” trova la sua massima espressione ed intensità nella giornata dedicata alla memoria liturgica di Santa Bakita che si celebra l’8 febbraio. Santa Bakita suora canossiana che venne ridotta in schiavitù in Africa e arrivata in Italia divenne libera e suora patendo con il suo corpo le tante  punizioni corporali che gli venivano inflitte dai suoi carnefici, tanto che ad un certo punto arrivò a dimenticare persino il suo nome di origine. Una terribile storia di traffico di esseri umani che nel caso di Santa Bakita, salita agli Onori degli altari della Chiesa Cattolica, ha avuto dei risvolti positivi di libertà. La significativa omelia di Mons. Maurizio Aloise ha concluso il momento di preghiera rifacendosi al tema e alle parole di Papa Francesco, richiamando il passo del Vangelo del buon Samaritano e chiedendosi “ Chi è il mio prossimo? : il tuo prossimo non è colui che tu fai entrare nell’orizzonte delle tue attenzioni, ma prossimo sei tu quando ti prendi cura di un uomo; non tu chi ami, ma tu quando ami”.

Articoli Correlati

Oggi è la festa dell’Assunta: ecco cosa si celebra

Ferragosto, apice dell’estate, è in realtà una solennità molto sentita dai cristiani. Si tratta di una fra le più antiche feste mariane. La Vergine Assunta, recita il Messale romano, è primizia della Chiesa celeste

La migrazione è ricchezza anche per chi accoglie

La migrazione può essere ricchezza per chi accoglie? In vista della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato che si celebra il 25 settembre, il Papa ci offre tanti spunti di riflessione.