Avvenire di Calabria

L’Agenzia Nazionale Giovani ha approvato il progetto reggino, quarto migliore in graduatoria a livello nazionale e primo tra i cinque approvati in tutta la Calabria.

GioTag: il progetto europeo di solidarietà dei giovani di Bocale

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Per noi, Giovani di AC della Parrocchia di Bocale, il 25 Aprile, tanto storicamente simbolica, è una data-testimonianza della nostra capacità di liberarci dall’apatia, dal fatalismo, dall’attesa che qualcosa cambi e che qualcuno ci dia un’opportunità: è la festa del nostro protagonismo e della nostra voglia di mettere a frutto i nostri talenti per noi stessi e per tutta la comunità!

Esattamente un anno fa, il 25 Aprile 2019, abbiamo iniziato un percorso di partecipazione e rigenerazione: l’Operazione Tag! La prima azione concreta sul territorio come risposta alle domande «Di cosa abbiamo bisogno noi giovani nel nostro quartiere? Cosa abbiamo a nostra disposizione per soddisfare questo bisogno?»

Avevamo partecipato previamente agli incontri di “Non Formal EduCenter”, un progetto promosso da Apice insieme al Centro Diocesano di Azione Cattolica di RC, sull’accesso ai diritti sociali dei giovani in aree svantaggiate, secondo la Raccomandazione Enter! del Consiglio d’Europa, e siamo giunti alla conclusione che nella nostra area parrocchiale, nel quartiere di Bocale, abbiamo bisogni di spazi per i giovani da dedicare a svago, cultura e sport, non solo luoghi fisici ma anche opportunità. Ci siamo guardati intorno, abbiamo cercato, abbiamo chiesto, abbiamo iniziato a “taggare” potenziali opzioni e abbiamo scoperto...la “Casetta di Lori”! Un bene donato alla nostra comunità parrocchiale, in memoria del nostro giovane amico Lorenzo Alterisi, perché fosse un laboratorio di crescita.

Abbiamo deciso di iniziare proprio da lì: il 25 Aprile 2019 abbiamo realizzato l’Operazione Tag una giornata di pulizia, allestimento, decorazione e condivisione presso la “Casetta di Lori” - da quel giorno abbiamo deciso di ribattezzarla così – e da quel momento in poi ci siamo impegnati nel cercare modi e opportunità per far rivivere quel bene e trasformarlo nel nostro spazio di opportunità e partecipazione.

A luglio 2019, Martina D’Agostino, in rappresentanza del nostro gruppo, ha partecipato alla “Enter! Youth Week” a Strasburgo, insieme ad altre 5 giovani dei gruppi partecipanti a “Non Formal EduCenter” che stanno realizzando attività nei propri quartieri a San Giovanni, Pellaro, Villa San Giovanni, Sacro Cuore: è stata un’esperienza magica, insieme a migliaia di giovani da tutte le parti del mondo, alla quale abbiamo partecipato grazie alla nostra esperienza in corso. Al ritorno abbiamo quindi messo insieme le forze e facendoci aiutare da Apice abbiano preparato e presentato il nostro Progetto di Solidarietà “GioTag”, al bando del Corpo Europeo di Solidarietà dell’Unione Europea.

Abbiamo atteso. Abbiamo sperato. E mentre stiamo affrontando un momento difficile, proprio durante la pandemia globale di Covid-19, ci giunge una splendida notizia: l’Agenzia Nazionale Giovani ha approvato il nostro progetto, quarto miglior progetto in graduatoria a livello nazionale, primo tra i cinque approvati in tutta la Calabria.

Per questo oggi siamo felici di festeggiare il 25 Aprile 2020 annunciando che, non appena le condizioni ce lo permetteranno, daremo inizio a “GioTag, primo Progetto Europeo di Solidarietà locale nella storia del nostro quartiere, dopo i progetti Erasmus+ realizzati a Bocale negli ultimi 3 anni, che porteremo avanti per dodici mesi, perché da oggi, prima virtualmente e poi con mani, piedi e voglia di fare...io #RestoACasa di Lori!

Segui il progetto GioTag su http://www.apiceue.net/giotag/ 

il gruppo promotore:
Angela Imbalzano, Mariannunziata Coppola, Giovanni Azzarà, Valentina Paviglianiti, Martina D’Agostino, Valentina Taliano

Articoli Correlati

Un progetto per gli adolescenti: “Seme diVento”

Il nuovo progetto della Cei, elaborato dal Servizio per la pastorale giovanile, insieme all’Ufficio catechistico e all’Ufficio per la pastorale della famiglia dedicato agli adolescenti, “Seme diVento” sarà presentato lunedì prossimo, 12 luglio, alle 15, in diretta streaming.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.