Avvenire di Calabria

Il 2 ottobre nelle principali piazze italiane

Il Masci organizza una petizione di firme a favore dei profughi

I rifugiati vanno tutelati e difesi

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il Masci (Movimento adulti scout cattolici italiani) ha redatto una mini guida sugli aspetti amministrativi per la raccolta firme a favore dei migranti in vista della giornata di mobilitazione del 2 ottobre nelle principali piazze italiane. La Petizione popolare per la tutela giuridica e la dignità di profughi e rifugiati – sostenuta dal Copercom e da Focsiv (Federazione degli organismi cristiani servizio internazionale volontario) – è rivolta al Parlamento italiano e al Parlamento europeo. La mini guida, insieme a manifesti, depliant e volantini inviati a tutte le comunità Masci presenti sul territorio nazionale, “agevolerà gli Adulti Scout nell’organizzazione dei tavoli per la raccolta delle adesioni”. Tutto il materiale, “disponibile per l’animazione di incontri e dibattiti (in comunità, fra comunità, ma soprattutto fuori dalle comunità)”, è scaricabile dalla homepage del sito associativo. “Lo scopo della raccolta firme – spiega la presidente Sonia Mondin – è individuare corridoi umanitari sicuri, per consentire il transito ai migranti vittime di guerre, persecuzioni, catastrofi e dittature. Ma anche garantire un’accoglienza degna e rispettosa dei diritti della persona, accelerando le procedure di identificazione e definizione delle richieste di asilo”. Inoltre, occorre “superare, a livello europeo, i vincoli del Regolamento di Dublino, progettando e realizzando veri percorsi di integrazione”. Infine, conclude Mondin, è necessario “realizzare interventi politici ed economici nelle nazioni di partenza dei migranti per la risoluzione nonviolenta dei conflitti e la creazione di condizioni di pace e giustizia sociale”. Fin da ora è possibile firmare on line nel sito

Articoli Correlati

La diocesi di Cassano accanto agli emarginati

La diocesi di Cassano accanto agli emarginati

Al via il corso di italiano per gli stranieri del territorio. Mentre prende forma la raccolta dei beni di prima necessità. Savino: «Vi prego, facciamo in modo che nessuno resti indietro».

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.