Avvenire di Calabria

Reggio Calabria, ennesimo atto vandalico contro aree ludiche

Infanzia sotto assedio: giostrine in fiamme a Spirito Santo

Federico Minniti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Reggio Calabria, gli spazi dell'infanzia ancora “sotto attacco”. Questa volta è toccato allo scivolo dell'area ludica dinnanzi alla parrocchia di Spirito Santo, a pochi passi dal centro cittadino. Un rogo, spento dai vigili del fuoco sopraggiunti in poco tempo, che ha comunque pregiudicato l'utilizzo di quello svago per i tanti bambini della zona. Purtroppo quanto accaduto non è un episodio isolato: tre mesi fa le giostre del parco “Federica Cocozza”, nell'altro quartiere centrale di Gebbione, non furono incendiate solo grazie all'ausilio della videosorveglianza che fece intervenire per tempo gli organi preposti. Gli inquirenti, compresi gli uomini della squadra mobile che hanno registrato i danni all'area ludica di Spirito Santo, non escludono alcuna pista: sempre nel periodo di novembre furono distrutti due asili, quello di Archi e quello di Santa Venere, due periferie ad alta infiltrazione mafiosa. In quell'occasione l'Arcivescovo di Reggio Calabria, padre Giuseppe Morosini, fece sostare il quadro della Patrona, Maria della Consolazione, proprio nei pressi di quei presidi educativi vandalizzati.

Articoli Correlati

50 anni fa a Riace il ritrovamento dei Bronzi

Era il 16 agosto del 1972 quando al largo delle coste di Riace, in Calabria, dopo una segnalazione del sub Stefano Mariottini, i carabinieri riportavano alla luce due statue uniche al mondo, i Bronzi di Riace.

Scilla e la devozione per San Rocco

La Chiesa celebra oggi San Rocco, tra i santi più illustri del secolo XIV e uno dei più cari a tutta la cristianità. Da quasi sei secoli, la comunità di Scilla, rinnova il suo legame con il Santo Patrono.