Avvenire di Calabria

La denuncia de Le Agricole, cooperativa sociale composta da donne e giovani in difficoltà

Lamezia, nuova intimidazione alla coop di don Giacomo Panizza

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Hanno forzato il cancello di ingresso della cooperativa Le agricole di Lamezia Terme di don Giacomo Panizza e hanno divelto il tetto della casette degli attrezzi.

E non solo, perché ignoti hanno spostato anche i mezzi agricoli, con l’intenzione probabilmente di portarli via.

La coop, costituita da donne e giovani in difficoltà, collabora da anni con Progetto Sud. La denuncia dell’intimidazione arriva proprio dalle donne che la gestiscono, che esprimono grande rabbia per il gesto subito. Nel frattempo le forze dell’ordine hanno avviato le indagini del caso.

«Abbiamo trovato il cancello forzato - spiegano dalla cooperativa - e il tetto della casetta degli attrezzi divelto e i mezzi agricoli fuori, pronti per essere portati via. Subiamo ancora una volta un vile attacco. Ladri o mafiosi? C’è comunque rabbia e amarezza a lavorare e doversi indebitare per danni subiti da nemici vigliacchi. Le Agricole, è una cooperativa fatta da donne e giovani in difficoltà,  vanno sorrette e non buttate giù. Hanno una libertà da costruire,  una autostima  da conquistarsi, pertanto devono trovare amici e non nemici. Le Agricole hanno una economia povera ma dignitosa. Non stanno tra le cooperative che fanno soldi sui problemi degli altri. Nel mondo della Comunità Progetto Sud ci si impegna insieme per liberarsi insieme. È importante conoscere le loro fragili vite e il sudore del loro lavoro. Gli inquirenti sono a lavoro e anche noi con le nostre donne».

Articoli Correlati

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.