Avvenire di Calabria

Grande successo per il presepe vivente a Pietrastorta, frazione collinare di Reggio Calabria, promossa dalla parrocchia Sant'Elia Profeta di Condera.

Pietrastorta, la frazione si è traformata in una piccola Betlemme

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Grande successo per il presepe vivente a Pietrastorta, frazione collinare di Reggio Calabria, promossa dalla parrocchia Sant'Elia Profeta di Condera. La rappresentazione si è tenuta lo scorso 5 gennaio dalle 17.30: «Adventum Lucis», questo il versetto scelto dagli organizzatori per sintetizzare la grande attenzione all'aspetto religioso di un evento che ha coinvolto, su larga scala, la comunità.

 
In particolare, il parroco, don Paolo Ielo ha sottolineato come il presepe vivente di Pietrastorta è stato concepito e sviluppato assieme alle tantissime famiglie del territorio di Condera. Un'attenzione che ha arricchito l'iniziativa lasciandone una fortissima eredità per il cammino spirituale della parrocchia a ridosso del centro urbano di Reggio Calabria.
 
Dopo le festività natalizie, quindi, la comunità di Condera e delle frazioni limitrofe, come appunto Pietrastorta, scenario incantevole del presepe vivente, si preparano a vivere al meglio il prosieguo dell'anno liturgico guidati da don Ielo.

Articoli Correlati

Padre Mundjo Benoit riceve la cittadinanza onoraria di San Roberto

Si è spento padre Mundjo Benoit, domani le esequie a San Roberto

Il sacerdote Wilondja Mundjo Benoit, di origini congolesi, ha concluso ieri la sua vita terrena. Era il pastore della comunità di San Roberto (Reggio Calabria) dal 2002. Prima era stato vicario parrocchiale nella parrocchia San Pio X al Santuario di Modena. Si è sempre distinto per i suoi tratti umani e per la sua grande bontà. Era anche punto di riferimento per la comunità congolese a Reggio Calabria.

Scilla e la devozione per San Rocco

La Chiesa celebra oggi San Rocco, tra i santi più illustri del secolo XIV e uno dei più cari a tutta la cristianità. Da quasi sei secoli, la comunità di Scilla, rinnova il suo legame con il Santo Patrono.

Oggi è la festa dell’Assunta: ecco cosa si celebra

Ferragosto, apice dell’estate, è in realtà una solennità molto sentita dai cristiani. Si tratta di una fra le più antiche feste mariane. La Vergine Assunta, recita il Messale romano, è primizia della Chiesa celeste