Avvenire di Calabria

Il consiglio federale della FIGC ha deciso per il ripescaggio in terza serie

Reggina 1914: il ritorno in Lega Pro

Il Sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà: «Una vittoria per tutta la città»

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

«Ci siamo! Il ripescaggio è un’ottima notizia non solo per la Reggina 1914, ma per l’intera città. Il ritorno della principale compagine calcistica cittadina in un contesto professionistico rende giustizia a Reggio Calabria non solo sotto il profilo sportivo, ma anche per l’altissimo valore identitario e sociale che il calcio riveste nella nostra città». E’ quanto dichiara il Sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà commentando il ripescaggio della Us Reggina 1914 al campionato nazionale di Lega Pro. «In queste settimane abbiamo fatto tutti quanti il tifo per il ritorno della Reggina in Lega Pro - ha aggiunto il primo Cittadino - da istituzioni ci abbiamo messo la faccia, spingendo affinché questa i colori della nostra città tornassero nel calcio professionistico, dove meritano di stare. Adesso che il risultato è stato ottenuto guardiamo avanti, nella certezza che saremo in grado di dare seguito sul campo a questa importante opportunità che abbiamo ottenuto, inseguendo attraverso il lavoro ed il sacrificio nuovi ed entusiasmanti traguardi. Da parte nostra, naturalmente, continueremo a sostenere la maglia amaranto non solo da tifosi, ma da amministratori responsabili e pronti a fornire il supporto necessario, in termini di strutture, di servizi e di collaborazione, per far si che il movimento calcistico nella nostra città torni a livelli sempre più prestigiosi».

Articoli Correlati

Sport, Condipodero: «Investire su infrastrutture e servizi»

“In Calabria sono necessari due tipi di investimento: infrastrutturali e sociali. Occorre una pianificazione regionale che vada oltre il livello comunale. Sul piano sociale, credo che il Recovery possa essere adottato per migliorare i servizi”.

Sport dopo il Covid, Bosio (Csi): «Pagine da scrivere»

Attività fisica, condivisione, accoglienza e valori. Molti aspetti da reinventare alla luce delle nuove esigenze di una società post-pandemia. “Dovremo avere grande capacità di ascolto, dei ragazzi prima di tutto”.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.