Avvenire di Calabria

Reggio Calabria, un incontro sull’epopea del battello Pentcho

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Martedì 10 gennaio 2023, alle ore 16:45, presso la Biblioteca Villetta “P. De Nava” di Reggio Calabria, il Comune di Reggio Calabria, il Centro Internazionale Scrittori della Calabria e la stessa Biblioteca promuovono l’incontro “L’epopea del battello Pentcho con i suoi profughi ebrei”.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Dopo il saluto istituzionale, interverranno il professore padre Pasquale Triulcio, docente di Storia della Chiesa presso l'Istituto Superiore di Scienze Religiose e l'Istituto teologico di Reggio Calabria, Componente del Comitato Scientifico Cis, l’Archeologo Enrico Tromba, docente di Antichità ebraiche presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Reggio Calabria e Loreley Rosita Borruto, presidente del Cis della Calabria.

Questa storia si colloca nei difficili anni della Seconda Guerra Mondiale, a bordo di un vecchio rimorchiatore fluviale inadatto alla navigazione in mare, circa 500 giovani ebrei, apolidi (cechi, polacchi, slovacchi, tedeschi, rumeni) salparono da Bratislava nel maggio del 1940 per fuggire all'occupazione nazista.

La maggior parte dei profughi, dopo innumerevoli disavventure, venne trasferita a Ferramonti dove sorgeva il più grande campo di internamento dell'Italia fascista, e dove la grande maggioranza degli internati era ebrea non italiana. Ferramonti per i naufraghi del Pentcho divenne una salvezza.

Articoli Correlati

Ferramonti di Tarsia, un lager d’umanità

Oggi è il Giorno della Memoria. Giornata che ci ricorda un luogo in cui l’umanità ha resistito sulla follia umana negli anni delle persecuzioni degli ebrei e dello sterminio di milioni di persone.