Avvenire di Calabria

Sabato la diocesi cosentina ha accolto le reliquie del martire. Presenti i vescovi Savino e Oliverio

Trebisacce accoglie le reliquie di San Teofilo

Il presule bitontino, parlando della figura di San Teofilo, ha detto: «Siamo tutti chiamati a essere santi»

di Rocco Gentile

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Trebisacce accoglie le reliquie di San Teofilo. Sabato la diocesi cosentina ha accolto le reliquie del martire. Presenti i vescovi Savino e Oliverio.

Trebisacce accoglie le reliquie di San Teofilo

Sabato 3 luglio è giunto a Trebisacce (Cosenza) il sacro corpo di San Teofilo Levita e Martire che è stato accolto, alle 18, dal vescovo di Cassano allo Ionio, monsignor Francesco Savino, dall'eparca di Lungro, monsignor Donato Oliverio, e dalle autorità civili e religiose e dal postulatore e parroco della parrocchia Madonna della Pietà di Trebisacce, don Massimo Romano.

Ma chi è Teofilo?

«Teofilo significa amico, innamorato di Dio. Anche l'apostolo Luca si rivolge a Teofilo. Forse Teofilo, è ognuno di noi che ama Dio», ha detto durante l'omelia il vescovo di Cassano, monsignor Francesco Savino. Che ha proseguito: «Il giovane Teofilo ha obbedito a Cristo morto e Risorto. Per questo è stato ucciso».

Ai fedeli, autorità civili, militari, politiche e religiose ed ai confratelli presenti, monsignor Savino ha ricordato che, «il nostro destino non è la morte, ma tutti abbiamo un destino preciso, e si chiama santità. Siamo tutti chiamati ad essere santi».


👉 Conosci l'eparchia di Lungro? Conoscila meglio - Clicca qui


Monsignor Donato Oliverio confermando lo stretto legame con il vescovo Savino, ha invitato tutti a  ad avvicinarsi alle reliquie con grande venerazione. «Le reliquie rappresentano la presenza di Dio. I martiri risiedono al fianco del Padre». Una costola di San Teofilo è stata donata alla diocesi di Lungro. «Questo giorno rimarrà nella storia 0187 ha detto alla fine della celebrazione religiosa don Massimo Romano, al quale sono state consegnate personalmente le reliquie di San Teofilo e che d'intesa con il vescovo Savino, ha deciso di donare alla Chiesa trebisaccese che lui stesso guida. Don Massimo ha ringraziato tra gli altri, il sindaco Franco Mundo presente alla funzione, per l'importante contributo dato alla parrocchia, per organizzare l'evento religioso.

È stato il Coro religioso dedicato a suor Semplice di Castrovillari, ad allietare la cerimonia, unitamente alla Banda musicale Città di Trebisacce.  

Articoli Correlati

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.