Avvenire di Calabria

Presentato a Reggio Calabria il primo treno ibrido della storia del Gruppo Fs

Un nuovo treno per le ferrovie in Calabria

Le prime vetture entreranno in esercizio sulla tratta regionale a partire dal prossimo anno

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

È il primo treno ibrido di Trenitalia a tripla alimentazione: elettrica, diesel e a batterie. È stato presentato questa mattina a Reggio Calabria, l'ultimo nato del Gruppo Fs Italiane. Un treno con un’impronta green, ancora più sostenibile per il ridotto impatto ambientale e per la maggiore attenzione sociale, con la possibilità di offrire alle famiglie un’area dedicata ai bambini.

Il nuovo treno è stato per la prima volta presentato proprio a Reggio Calabria. Sul Lungomare Falcomatà ha fatto tappa, infatti, il road show previsto nelle principali piazze italiane per far conoscere a cittadini e istituzioni il nuovo convoglio della flotta regionale di Trenitalia. Il treno è progettato e costruito da Hitachi Rail. Si affianca ai treni Rock e Pop già in consegna da maggio 2019 in tutta Italia.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Entro i prossimi quattro anni, fa sapere Trenitalia, è previsto il rinnovo dell’80% della flotta, anche attraverso l'introduzione di questi nuovi convogli.

Il nuovo treno in consegna dal prossimo anno

Il Villaggio Trenitalia, dove è presente un modello in scala reale del Blues, ha aperto battenti oggi. Erano presenti l'Assessore alla Mobilità Regione Calabria Fausto Orsomarso, dal Sindaco F.F. del Comune di Reggio Calabria Paolo Brunetti e dal Direttore Direzione Business Regionale Trenitalia Sabrina De Filippis. Presente Maurizio Fanelli, Direttore Direzione Regionale Calabria Trenitalia.

Le consegne del treno regionale Blues in Calabria sono previste a partire dal 2023. 13 i nuovi treni destinati a percorrere la linea ionica tra Reggio Calabria e Sibari e la trasversale tra Catanzaro Lido e Lamezia Terme. Daranno il via a un cambio completo del modo di viaggiare su queste linee e supportare il sistema turistico calabrese nel suo rilancio.

In totale sono previsti 110 treni Blues nelle seguenti Regioni: Valle d’Aosta, Friuli-Venezia Giulia, Toscana, Lazio, Calabria, Sicilia, Sardegna.

Un salto generazionale

Il nuovo tremp regionale Blues rappresenta un salto generazionale, perché può viaggiare con motori diesel su linee non elettrificate, con motore elettrico su quelle elettrificate, e con batterie per percorrere il primo e l’ultimo miglio sulle linee non elettrificate o durante la sosta nelle stazioni, così da evitare l’uso di carburanti, azzerando emissioni e rumori.

Tecnolgia e arredi green, ecco come si presentano gli interni del treno

La tecnologia ibrida consente di ridurre del 50% il consumo di carburante, oltre a una forte diminuzione delle emissioni di CO2 rispetto agli attuali convogli diesel. Il Blues è attrezzato con l’ERTMS, il più evoluto sistema di segnalamento ferroviario in Europa.

Il villaggio "aperto" a bambini, famiglie e curiosi

Cittadini, famiglie e curiosi possono accedere al Villaggio Trenitalia oggi dalle 11 alle 20 e sabato 2, domenica 3 e lunedì 4 aprile dalle 10 alle 20, per testare e conoscere il nuovo treno. Il Gruppo FS Italiane ha invitato tutti i colleghi ferrovieri a visitare il Villaggio insieme alle loro famiglie.

Le prossime tappe del road show del Blues sono in programma a Palermo, Catania, Cagliari, Trieste e Roma.

Articoli Correlati

50 anni fa a Riace il ritrovamento dei Bronzi

Era il 16 agosto del 1972 quando al largo delle coste di Riace, in Calabria, dopo una segnalazione del sub Stefano Mariottini, i carabinieri riportavano alla luce due statue uniche al mondo, i Bronzi di Riace.