Avvenire di Calabria

Convegno a più voci promosso dalla parrocchia. Interverranno Domenico Minuto, Renato Laganà e Mario Casile

Una giornata di studio sui santi italogreci a Chorio di San Lorenzo

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il 15 giugno prossimo, dalle 17, presso la parrocchia San Pasquale Baylon in Chorio di San Lorenzo (Reggio Calabria), si terrà un incontro sui santi italogreci, con particolare riferimento a San Fantino.

A promuoverlo è la parrocchia locale di concerto con la Comunità bizantina "San Cipriano da Reggio". L'incontro avrà luogo nel salone della parrocchia San Pasquale Baylon in Chorio di San Lorenzo.

Il programma, dal titolo "Con i santi italogreci per la nuova evangelizzazione" prevede, in apertura, i saluti del parroco di Chorio, don Juan Manuel Cepeda Cardenas a cui seguireanno alcuni auterevoli interventi.

Nel dettaglio, si susseguiranno: Domenico Minuto che parlerà ai presenti della vita di San Fantino. Poi, Renato Laganà che relazionerà sul monastero di San Fantino nella Vallata del Tuccio. E, infine, il diacono birituale Mario Casile che approfondirà San Fantino nell'inconografia e innografia.

Alla fine del convegno, sarà celebrata la santa messa alla presenza dei fedeli e devoti di San Fantino.

Articoli Correlati

Monsignor Morrone prega sulla tomba di don Italo Calabrò

Il vescovo si è recato sulla tomba di don Italo Calabrò: oggi ricorrono i 31 anni dalla morte del sacerdote. Pomeriggio, alle 18, la messa in suffragio sarà celebrata da monsignor Vittorio Luigi Modello a Casa Gullì. Morrone, durante la sua omelia di insediamento, aveva indicato don Calabrò tra i testimoni di servizio ecclesiale della diocesi.

Monsignor Fortunato Morrone prenderà possesso della Concattedrale di Bova

Grande trepidazione nel borgo dell’Area grecanica reggina dove domenica arriverà il nuovo pastore. Il presule pitagorico rivolgerà una preghiera particolare al compatrono della diocesi, San Leo. Alle 10, previsto un incontro con le autorità e subito dopo il rito di presa di possesso canonico della Concattedrale dell’Isodia.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.