Avvenire di Calabria

Era ricercato da 25 anni; considerato il re del narcotraffico

Uruguay, arrestato il superlatitante Rocco Morabito

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

E' stato catturato in Uruguay il boss della 'ndrangheta Rocco Morabito, latitante da 25 anni. Morabito è stato preso in un hotel a Montevideo ma viveva nella località di Punta del Este e, precisano le fonti, aveva un documento falso brasiliano con il quale aveva poi ottenuto la carta d'identità uruguaiana. Nato ad Africo, in provincia di Reggio Calabria, nell'ottobre del 1966, Morabito viveva in Uruguay da una decina d'anni ed "era uno dei dieci mafiosi più ricercati", ricorda la stampa locale.

Il 'boss' della 'ndrangheta sarà estradato in Italia, rende d'altra parte noto il ministero degli Interni di Montevideo, ricordando che insieme a lui è stata arrestata una donna angolana con passaporto portoghese che, precisano le fonti, sarebbe la moglie di Morabito. Nelle operazione che hanno portato all'arresto la polizia uruguaiana ha confiscato tra l'altro 13 cellulari, una pistola, 12 carte di credito, assegni in dollari e 150 foto carnet con il viso del detenuto.

Morabito è stato preso in un hotel a Montevideo ma viveva nella località di Punta del Este e, precisano le fonti, aveva un documento falso brasiliano con il quale aveva poi ottenuto la carta d'identità uruguaiana. Nato ad Africo, in provincia di Reggio Calabria, nell'ottobre del 1966, Morabito viveva in Uruguay da una decina d'anni, ricorda la stampa locale, ed "era uno dei dieci mafiosi più ricercati in Italia".

Il 'boss' della 'ndrangheta sarà estradato in Italia, rende d'altra parte noto il ministero degli Interni di Montevideo, ricordando che insieme a lui è stata arrestata una donna angolana con passaporto portoghese che, precisano le fonti, sarebbe la moglie di Morabito. Nelle operazione che ha portato all'arresto la polizia uruguaiana ha confiscato tra l'altro 13 cellulari, una pistola, 12 carte di credito, assegni in dollari e 150 foto carnet con il viso del detenuto.

Minniti: "Arresto Morabito è importante risultato" - "L'azione dello Stato contro la criminalità organizzata ha conseguito un altro importante risultato con l'arresto in Uruguay, di Rocco Morabito". Lo ha detto il ministro dell'Interno, Marco Minniti complimentandosi con il capo della Polizia, Franco Gabrielli, e il comandante generale dell'Arma dei Carabinieri, Tullio Del Sette. "L'arresto di Morabito è il risultato dell'ottima attività di cooperazione investigativa internazionale".

Articoli Correlati

Giochi e scommesse online, sequestrati beni per 1,6 milioni

Oltre un milione e mezzo di euro sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Reggio Calabria a un imprenditore romano di 51 anni coinvolto nell’inchiesta Galassia sugli interessi della ‘ndrangheta nei giochi e scommesse online.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.