Avvenire di Calabria

Ennesimo gesto intimidatorio ai danni dell'edificio di culto

Vetri infranti alla Chiesa greco-ortodossa di Reggio Calabria

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

«Resistere diventa sempre più difficile». Ha poca voglia di parlare, Daniele Castrizio, Papas della Chiesa Greco Ortodossa di Reggio Calabria. Dopo le conferenza stampa e le denunce pubbliche è il tempo del silenzio.
La Chiesa Greco-Ortodossa è stata destinataria nella giornata di sabato di un atto vandalico: le finestre sono state divelte per via di alcune pietre lanciate verso l'edificio con l'intenzonalità di danneggiarne una parte.
Una strategia già utilizzata nella scorsa primavera: era il 29 marzo 2016 quando le pietre armarono le mani di altri bagoldi che presero di mira la chiesa.
Un gesto che trasmette profonda amarezza nella città di Reggio Calabria che ha nel suo dna l'accoglienza e l'integrazione con tutte le forme di spiritualità, ancor più con quelle che ne tratteggiano una primordiale appartenenza al mondo magno-greco.
Sul caso agiscono gli inquirenti.

Articoli Correlati

Giudice Viola

Oggi un premio alla memoria per il giudice Viola

Oggi, alle 10, presso l’aula magna del Dipartimento Digies dell’Università Mediterrana si terrà la terza edizione del Premio intitolato alla memoria del prof. Vincenzo Panuccio. Il premio sarà ritirato dal figlio del premiato, il magistrato dott. Piero Viola.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.