Avvenire di Calabria

Domani, alle 10, presso il Salone dei Lampadari "Italo Falcomatà" di Palazzo San Giorgio si terrà la conferenza stampa di presentazione

A Reggio Calabria arriva la staffetta della solidarietà

L'iniziativa a carattere benefico per la raccolta di beni di prima necessità per il popolo ucraino è realizzata con il patrocinio istituzionale

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

A Reggio Calabria arriva la staffetta della solidarietà. Giovedi 24 marzo alle 10 presso il Salone dei Lampadari "Italo Falcomatà" di Palazzo San Giorgio si terrà la conferenza stampa di presentazione.

A Reggio Calabria arriva la staffetta della solidarietà

"La fiamma che unisce", a Reggio Calabria arriva la staffetta della solidarietà promossa dal Coni, iniziativa a carattere benefico per la raccolta di beni di prima necessità per il popolo ucraino, realizzata con il patrocinio del Comune e della Città Metropolitana di Reggio Calabria.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


L'evento sarà presentato nel corso di una conferenza stampa prevista per giovedi 24 marzo alle 10 nella Sala dei Lampadari Italo Falcomatà di Palazzo San Giorgio, sede del Comune di Reggio Calabria. All'incontro con la stampa prenderanno parte il Presidente Regionale del Coni Calabria Maurizio Condipodero, la delegata provinciale del Coni Marisa Lanucara, il Sindaco ff del Comune di Reggio Calabria Paolo Brunetti ed il sindaco ff della Città Metropolitana di Reggio Calabria Carmelo Versace.

"La fiamma nel mondo dello sport è sempre stata sinonimo di valori estremamente importanti. In questo periodo, caratterizzato da un inspiegabile conflitto, la valenza che assume la fiamma diventa ancor più importante, ecco perché il nuovo staff del CONI di Reggio Calabria, guidato dal delegato CONI Marisa Lanucara, ha deciso di avviare il proprio percorso con un primo e significativo evento: “La Fiamma che unisce”, una giornata di sport e solidarietà organizzata con il patrocinio ed in collaborazione con l'Amministrazione comunale e metropolitana di Reggio Calabria.

Il 26 marzo alle 16 da Piazza Italia partirà una staffetta che percorrerà le vie del centro cittadino con lo scopo di sensibilizzare e lanciare un messaggio di vicinanza del mondo sportivo rispetto ad un conflitto apparentemente lontano ma, in realtà, estremamente vicino poiché sono tanti gli sportivi che in questo momento hanno svestito le tute per imbracciare le armi a difesa del loro paese.

Contemporaneamente all’evento sportivo, in collaborazione con l’Associazione Ucraina Reggio Calabria e con la Caritas, sarà allestito a piazza Italia un punto di raccolta per donare beni di prima necessità in supporto del popolo ucraino: farmaci, prodotti per bambini, materiale sanitario per il primo soccorso, alimenti a lunga conservazione e prodotti per l’igiene.


PER APPROFONDIRE: Sport e fede, incontro in parrocchia con Anna Barbaro


Estremamente entusiasta per questa iniziativa il presidente del CONI Calabria Maurizio Condipodero: “Lo sport è sempre stato un grande mezzo di comunicazione, la manifestazione organizzata dal nostro staff di Reggio Calabria lancia un messaggio fortissimo e dimostra, ancora una volta, come il nostro mondo è attento a quello che succede al di fuori dei campi di gioco. Invito tutti a partecipare a questo meraviglioso evento che, oltre alla sua importante valenza simbolica, rappresenta anche un’occasione di aiuto concreto alla popolazione ucraina. Infine, vorrei fare un grande in bocca al lupo a Marisa Lanucara e al nuovo staff del CONI Point di Reggio Calabria".

Il nuovo staff reggino del CONI, composto da Alessandro Rositano, Roberta Cardona, Luca Laganà, Francesco Cotroneo, Michela Condipodero, Marco Rizzi, Antonio Sala, Carmela Pedà e Marco Vitale, punta a coinvolgere tutte le discipline sportive, infatti, in occasione de “La Fiamma che unisce” saranno coinvolte tantissime Federazioni, EPS e DSA.

Articoli Correlati

La migrazione è ricchezza anche per chi accoglie

La migrazione può essere ricchezza per chi accoglie? In vista della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato che si celebra il 25 settembre, il Papa ci offre tanti spunti di riflessione.