Avvenire di Calabria

Impegnati sia il settore Acr che quello Giovani in un doppio appuntamento

Azione Cattolica, si apre un week-end ricco di iniziative

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Doppio appuntamento, in questi giorni, per l'Azione Cattolica diocesana di Reggio Calabria. Per il secondo anno consecutivo bambini e ragazzi dell’ACR, provenienti da tutta la Diocesi, coloreranno le vie del centro città per la, ormai consueta, marcia che ha come titolo Piazza la Pace. Al termine del mese della pace che li ha visti impegnati, nelle proprie comunità parrocchiali, nel riscoprire i bisogni e le peculiarità del proprio territorio i ragazzi verranno guidati dai loro educatori e dall’equipe diocesana ACR lungo le vie del Corso Garibaldi per sperimentare insieme la gioia dell’incontro e della condivisione e per sentirsi cittadini, pur piccoli, ma attivi, dei propri quartieri e delle proprie città. Il desiderio che muove l’organizzazione di questo evento è stimolare il pensiero creativo dei bambini perchè si possano sentire “generatori di Pace” nelle proprie famiglie, nelle proprie classi, nei luoghi che quotidianamente abitano e perchè, aiutati dai più grandi, possano concretamente Piazzare la Pace dove più ce n’è bisogno. L’appuntamento, previsto per le 8.45 di domenica 2 febbraio, è a piazza De Nava, da dove partirà la carovana di ragazzi, educatori e genitori che tra sorrisi, bans, canti e spunti di riflessione raggiungeranno il Duomo per celebrare la Santa Messa.

“Se non sei tu la casa… io non so più abitare!”, ecco invece il tema della serata diocesana Giovani. Cosa vuol dire abitare oggi per un giovane? Soprattutto, quale spazio oggi un giovane è chiamato ad abitare? In una società che pare condannarli alla precarietà, all’eterna mobilità, all’assenza di prospettive certe e sicure, i giovani corrono il rischio dello smarrimento, costretti a vivere in una condizione di attesa che appesantisce il cuore e lo spirito. Da dove ripartire, allora? Dalle cose più semplici, quelle che emanano profumo di casa e danno orientamento alla vita, qualsiasi cosa accada, in qualunque direzione essa ci conduca. Questo il senso del titolo “Se non sei tu la casa… io non so più abitare!” dato dal Settore Giovani diocesano di AC alla serata Giovani che si terrà venerdì 31 gennaio, a partire dalle 19, presso il salone della Parrocchia del Santissimo Salvatore, della quale sarà ospite suor Claudia Mundo, biblista francescana delle Suore di Santa Filippa Mareri, reggina ma residente da tempo ad Assisi. I giovani verranno introdotti lungo un vero e proprio percorso, che li inviterà a scoprire la bellezza di profumi semplici ma preziosi, per poi condividere con suor Claudia un momento di riflessione attiva, per vedere quali luoghi Gesù scelga di abitare insieme a noi e soprattutto gustare il suo stile, capace di cambiare le nostre relazioni e la nostra vita, oltre le apparenze e i ruoli prestabiliti, comprendendo come sia possibile perdonarsi e perdonare. Alla fine della serata verrà scelto il vincitore del contest in corso sulla pagina Instagram ReggioAC sull’hashtag #profumodicasa, donando un premio in tema con la serata.

Articoli Correlati

Missionari di pace in Terra Santa

Nello scenario del conflitto israelo palestinese, c’è chi continua ad alimentare la speranza per un futuro di pace, concordia e fraternità in Terra Santa. Un piccolo grande contributo arriva anche dalla terra di Calabria.