Avvenire di Calabria

Il segretario generale della Cei interviene all’incontro online organizzato dall’Ufficio nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto

BeWeb, monsignor Russo: «Un lavoro di Chiesa straordinario»

Stefania Careddu

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

«Un’invenzione straordinaria dal carattere fortemente ecclesiale». Così monsignor Stefano Russo, segretario generale della Cei, ha definito BeWeb, il portale che rende visibile il patrimonio storico e artistico, architettonico, archivistico e librario delle diocesi e degli istituti culturali ecclesiastici. Intervenendo all’incontro online organizzato dall’Ufficio nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto in occasione del 20° anniversario di BeWeb, monsignor Russo ha ripercorso il cammino compiuto nell’ambito «dell’inventariazione dei beni storico-artistici» per sottolineare «la crescita dell’impegno in qualità e quantità, ma anche la crescita culturale che ha permesso di cambiare l’approccio sui beni ecclesiastici». Ci sono stati «un investimento sulle persone e una scommessa sulle comunità chiamate a prendersi cura del loro patrimonio», ha spiegato il segretario generale della Cei, per il quale BeWeb rappresenta «il frutto di una rete di relazioni umane, improntate da dinamiche di natura ecclesiale». Si tratta, ha infatti ricordato, «di un luogo di sintesi che coinvolge migliaia di persone» che ha alla base «un modello ecclesiale fondato sulla partecipazione attiva, sul gioco di squadra». Per questo, BeWeb può essere considerato, ha rilevato il vescovo, «l’espressione del messaggio contenuto nell’enciclica Fratelli tutti». Il portale, ha concluso monsignor Russo, «è frutto di un lavoro di Chiesa che vuole conoscere in profondità sé stessa, ma è aperta al mondo e alla contemporaneità». ​

Articoli Correlati