Avvenire di Calabria

L'arcivescovo di Reggio Calabria - Bova oggi prenderà possesso della Concattedrale dell'Isodia nel centro grecanico

Bova, oggi la presa di possesso di Morrone della Concattedrale dell’Isodia

Ad attenderlo i fedeli della zona affiancati dalle autorità locali: previsto un momento di preghiera al compatrono, San Leo

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Oggi presso la Concattedrale dell'Isodia di Bova, si terrà l'ingresso e la presa di possesso di monsignor Fortunato Morrone, arcivescovo metropolita di Reggio Calabria - Bova.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Bova, oggi la presa di possesso di monsignor Morrone

L'annuncio è dato dal Vicario foraneo e amministratore parrocchiale di Bova, don Leone Stelitano, che evidenzia come tutti i momenti saranno vissuti osservando le prescrizioni governative emanate per far fronte alla pandemia da Covid 19.

Monsignor Fortunato Morrone è il quarto arcivescovo dell'arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova dopo che nel settembre 1986 le due diocesi furono unite. Per la Chiesa bovese, invece, l'ingresso di Morrone è il 74esimo nella storia di cui si hanno tracce dal 1094.


PER APPROFONDIRE: La comunità di Bova ringrazia monsignor Morosini


Il programma della celebrazione nella Concattedrale dell'Isodia di Bova prevede il saluto delle autorità civili e militari e il rito di presa di possesso canonico, alle 10; a seguire, l'affidamento dell'arcivescovo Fortunato Morrone al compatrono San Leo di Bova e, infine, il presule presiederà la messa solenne in Piazza Roma del centro grecanico di Calabria.

Articoli Correlati

Andrea Mantegna - Adorazione dei Pastori

Natale, Morrone: «In Gesù riconosciamo il Dio che chiama alla vita»

L’arcivescovo di Reggio Calabria – Bova, monsignor Fortunato Morrone, ha presieduto la celebrazione eucaristica nella notte di Natale presso la Basilica Cattedrale del capoluogo dello Stretto. Pubblichiamo di seguito il testo integrale dell’omelia pronunciata dal presule.