Avvenire di Calabria

Il noto commerciante, operante nel settore della moda, è stato confermato all'unanimità alla guida dell'associazione di categoria

Confcommercio, Lorenzo Labate eletto presidente della delegazione reggina

Nei mesi scorsi aveva assunto il ruolo di facente funzioni: «Continueremo a sistenere con forza gli esercenti in difficoltà»

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Lorenzo Labate, già Presidente facente funzioni, è stato eletto all’unanimità alla Presidenza di Confcommercio di Reggio Calabria dai delegati riuniti nell’Assemblea ordinaria dell’Associazione dei Commercianti reggina tenutasi il 17 maggio.
Nato a Reggio Calabria, 52 anni, sposato, un figlio, Lorenzo Labate è titolare dello storico negozio di abbigliamento Cristoforo Labate 1889. Da oltre un trentennio nel mondo Confcommercio, haassunto negli ultimi tre mesi la Presidenza interinale dell’Associazione ed è attualmente alla guida della Federazione Moda.
“Questa elezione mi riempie di orgoglio – dichiara Labate a commento dell’unanime consenso ricevuto dai suoi. Essere stato eletto alla guida della Confcommercio, dopo i mesi bui trascorsi da tutti noi commercianti e di fronte alle incognite che ci troveremo ancora davanti, è un segno di estrema fiducia da parte dei colleghi oltreché una sfida che raccolgo con entusiasmo. Sento la vicinanza di tanti imprenditori e ne vado fiero. Fondamentale nei prossimi mesi sarà fare squadra e costruire in seno all’Associazioneun sano confronto che consentirà di definire i passi che muoveremo insieme, uniti più che mai”.
“È sicuramente di buon auspicio – aggiunge Labate – la circostanza che la mia elezione alla Presidenza di Confcommercio coincida con la nuova “ripartenza” del sistema economico italiano, con latanto attesadefinizione a livello governativo del cronoprogramma delle riaperture così importanti per tutti noi e legate alla positiva evoluzione dell’emergenza sanitaria. Come imprenditori non ci siamo fatti abbattere dalle avversità e vedere finalmente la luce in fondo al tunnel è una conquista ed una opportunità che dobbiamo necessariamente cogliere. Adesso sta a noi Commercianti, anima ed essenza della Confcommercio, proporci sul territorio con sempre maggiore credibilità ed incisività nei confronti degli interlocutori istituzionali a cui esplicitare le gravi sofferenze dei vari comparti che rappresentiamo chiedendo risposte e soluzioni”.
Con riferimento agli interventi che Confcommercio, a livello territoriale e nazionale, richiederàa tutela delle categorie del lavoro indipendente, Labate assicura che “come Confcommercio provinciale continueremo a sostenere con forza l’azione centrale di diretta ad ottenere riduzione della pressione fiscale unitamente a ristori mirati verso quelle categorie produttive più colpitedalla crisi – soprattutto imprese del turismo e ristorazione, dell’abbigliamento, dei trasporti, della cultura e del tempo libero- essenziali perché possa esserci una reale ripresa con un tessuto produttivo vitale e pronto a fare la sua parte”.

Articoli Correlati

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.