Avvenire di Calabria

Questa è la situazione su Reggio: 8 pazienti in reparto; 1 in rianimazione; 108 in isolamento domiciliare; 138 guariti; 17 deceduti

Covid-19: sale di +7 il conteggio dei positivi oggi in Calabria

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

In Calabria ad oggi sabato 16 maggio 2020 sono stati effettuati 52.257 tamponi. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.151 (+7 rispetto a ieri), quelle negative sono 51.106. Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:
- Catanzaro: 37 in reparto; 1 in rianimazione; 41 in isolamento domiciliare; 102 guariti; 33 deceduti.
- Cosenza: 8 in reparto; 199 in isolamento domiciliare; 226 guariti; 34 deceduti.
- Reggio Calabria: 8 in reparto; 1 in rianimazione; 108 in isolamento domiciliare; 138 guariti; 17 deceduti.
- Crotone: 3 in reparto; 29 in isolamento domiciliare; 79 guariti; 6 deceduti.
- Vibo Valentia: 39 in isolamento domiciliare; 37 guariti; 5 deceduti.

Il totale dei casi di Catanzaro comprende soggetti provenienti da altre strutture e province che nel tempo sono stati dimessi. Nel numero dei casi testati attraverso tampone, sono compresi 4548 riferiti ai rientrati presso la propria residenza; di questi, 15 sono risultati positivi. Le persone decedute vengono indicate nella provincia di provenienza e non in quella in cui è avvenuto il decesso.

I soggetti in quarantena volontaria sono 10.522 così distribuiti:
- Cosenza: 2.347
- Crotone: 2.482
- Catanzaro: 2.436
- Vibo Valentia: 690
- Reggio Calabria: 2.567.

Dall'ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare il rientro alla residenza sono +276; quelle registratesi per motivi di lavoro, salute e attività istituzionali sono +126, per un totale di 402.
Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile Nazionale.

Da Reggio Calabria
La pandemia da Covid-19, e la consequenziale interruzione di numerose attività lavorative, ha determinato per molte famiglie di Reggio Calabria e provincia una condizione di seria difficoltà economica, incrementando notevolmente le richieste di soccorso alle associazioni ed organizzazioni benefiche.

I poliziotti della Questura di Reggio Calabria hanno risposto all’appello della locale Organizzazione Banco Alimentare, che sostiene un numero di famiglie indigenti diventato molto elevato: durante la settimana trascorsa è stata organizzata una raccolta di viveri e beni di prima necessità. Gli uomini e le donne della Polizia di Stato della Questura hanno partecipato all’iniziativa, ed i beni raccolti sono stati donati questa mattina alla citata organizzazione, per concorrere all’importante azione solidaristica che quotidianamente i volontari del Banco Alimentare pongono in essere.

Alla base delle numerose iniziative di sostegno poste in essere in questi giorni, dalle donne e dagli uomini della Polizia di Stato della Questura di Reggio Calabria, c’è l’idea che nella solidarietà tra Istituzioni e cittadini risieda uno degli elementi fondamentali per superare tutti insieme il momento emergenziale.

Articoli Correlati