Avvenire di Calabria

L'iniziativa ha raccolto l'adesione di scuole di ogni ordine e grado non solo calabresi, ma di tutta Italia

Cyberbullismo e fake news, torna “Gonfia la rete vinci sul web”

Il concorso prevede la realizzazione di diversi prodotti multimediali

di Redazione web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Cyberbullismo e fake news, torna il concorso organizzato dal Corecom Calabria e rivolto ai giovani studenti italiani. La seconda edizione del Concorso “Gonfia la rete vinci sul web” ha già registrato un successo superiore alle aspettative.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Il Bando prevedeva la partecipazione di quattro categorie di studenti (frequentanti scuole primarie, secondarie di primo grado, secondarie di secondo grado, Università e Accademie), con la produzione di documentari, fiction, spot, constructed reality, fumetti e docu– fumetti, opere con testo e musica. I temi, sempre quelli legati all’utilizzo consapevole del Web, per il contrasto, in particolare, al Cyberbullismo, al linguaggio d’odio (Hate speech), alla disinformazione (Fake news).

Entro il termine di presentazione (30 ottobre), sono pervenute 105 domande di partecipazione, delle quali 59 individuali e 46 di gruppo, per un totale di 656 studenti che hanno scelto di misurarsi mediante le loro opere. Le tematiche sono appunto il cyberbullismo e le fake news.

Cyberbullismo e fake news, le regioni coinvolte

Oltre a quelli di tutta la Calabria, hanno inviato loro realizzazioni studenti di istituti scolastici di Roma, Campobasso, Brindisi, Como, Torino, nonché dell’Università Alma Mater Studiorum di Bologna, della Magna Graecia di Catanzaro, dell’Università telematica Mercatorum, dell’Università della Calabria di Cosenza, de “La Sapienza” di Roma.

Tra qualche giorno cominceranno i lavori della Commissione aggiudicatrice dei premi, uno per ognuna delle categorie già elencate, composta da un rappresentante ciascuno delle Università calabresi, dell’Ordine dei giornalisti e dei docenti.

Il concorso si inserisce in un programma più vasto che il Co.re.com. Calabria ha congegnato per sensibilizzare soprattutto i minori ad approcciarsi al web, ai social media e alle nuove tecnologie in generale con il necessario spirito critico, allo scopo di sfruttarne le enormi possibilità senza cadere in dipendenze o in altre forme di disagio purtroppo frequenti e diffuse.


PER APPROFONDIRE: Catechisti, non prof. È svolta educativa


Da un mese, infatti, le scuole calabresi sono coinvolte in incontri con esperti, organizzati dal Co.re.com., per affrontare questi temi. Gli appuntamenti proseguiranno nei prossimi mesi presso le istituzioni scolastiche che ne faranno richiesta.

Articoli Correlati

Agiduemila

Presentato il nuovo calendario di Agiduemila: come averlo

È stato presentato nei giorni scorsi. Può essere un doppio dono di Natale, il Calendario 2022 di Agiduemila. Un’iniziativa che si rinnova in vista del nuovo anno. Scopo sostenere le iniziative dell’associazione che si occupa di disabilità

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.